falò
simbolo imbolc
31 Gennaio - 1 e 2 Febbraio - IMBOLC
CANDLEMAS - LA CANDELORA

Festa di fecondità e purificazione


bella strega


 
gatto nero
Prosegui con:
ACQUA LUSTRALE - COME PURIFICARE IL FUOCO
RITUALI CONLE CANDELE
COME FESTEGGIARE I SABBAT STAGIONALIi
COME FESTEGGIARE GLI ESBAT, LE FESTE DELLA LUNA


Acqua Lustrale

Se vogliamo ottenere dell'acqua lustrale possiamo procedere in questo modo. Prendete la vostra bottiglia di acqua magica o un poco di acqua di fonte e mettetene un poco in una coppa per procedere al trattamento.
Si prenda quindi un bastoncino di incenso e lo si accenda, lo si fa fumigare per qualche secondo e poi lo si deve spegnere immergendolo nell'acqua. Aggiungere ora tre grani di sale grosso marino ed ecco ottenuta l'acqua lustrale. Fate caso al fatto che avete usato i 4 elementi per prepararla.

L'acqua, il fuoco rappresentato dal fuoco sul bastoncino di incenso, la terra rappresentata dal sale e l'aria sotto forma ancora del bastoncino di incenso.
Questa acqua è utile nelle operazioni di purificazione per persone, locali ed oggetti e come aspersorio utilizzare un rametto di alloro o di rosmarino.

Acqua Magica

All'alba, meglio se in un periodo di luna crescente o piena, munitevi di un vaso di vetro, un imbuto, del cotone e un pezzo di spago tutto rigorosamente nuovo e mai usato. Andate nei pressi di un campo con dell'erba abbastanza alta e legate un bel pezzo di spago al cotone e iniziate a camminare lentamente sull'erba trascinandovi dietro il cotone che, passando sull'erba diventerà, a mano a mano che procedete, sempre più intriso di rugiada.
Quando il cotone sarà tutto intriso di acqua lo si strizza nel barattolo attraverso l'imbuto.
Chiudere il barattolo e a questo punto potete rientrare per compiere l'ultima operazione che consiste nel filtraggio e nell'imbottigliamento. Prendete un foglio di carta bianca o di garza e fateci pssare la rugiada raccogliendola in una bottiglia ben pulita.
L'acqua raccolta nella bottiglia vi sarà utile per successivi lavori e quindi non resta che riporla in un luogo sicuro e possibilmente scuro.

In un armadio andrà benissimo.


egypt
L'acqua è un elemento classificato femminile ed è usato da secoli in magia per le sue proprietà e caratteristiche. L'acqua lava e quindi toglie ogni impurità a cose e a persone, l'acqua è vita e l'elemento viene associato quindi alle energie della luna e alle Dee madri. Ma non solo. l'acqua viene largamente impiegata nelle varie religioni anche come strumento principale per i battesimi e per i lavacri rituali che si eseguono prima e dopo un lavoro esoterico.
E' con l'acqua che si esorcizza un luogo, spesso associata al sale marino, è nell'acqua corrente che si gettano i resti di un rituale ecc.. Ora vediamo come creare dell'acqua magica con la rugiada e anche come creare l'acqua lustrale e purificare le fiamme del fuoco.

Il rinnovamento
L'acqua lustrale una volta composta va usata quasi subito per non rischiare di perderne le proprietà e deve essere rinnovata tra il novilunio e il primo quarto di luna. La vecchia acqua non deve essere gettata via ma bensì esposta al sole in una piatto o un recipiente di vetro o rame per far si che evapori e torni in alto al cielo.

L'acqua viene usata anche prima e dopo un incantesimo.
Prima di iniziare la si usa allo scopo di purificarsi e per lavorare agevolmente e dopo aver completato un incantesimo per 'scaricare' le energie in eccesso accumulate durante le pratiche o per vanificare gli eventuali 'colpi di ritorno' che andranno tutti a finire nell'acqua stessa. Prima di iniziare lavarsi le mani, la fronte, dietro le orecchie e il sesso con acqua e sale grosso marino senza asciugarsi mentre, alla fine di un lavoro, immergere le mani in una bacinella di acqua per 5 minuti.


Antico rituale di purificazione

Questa pratica purificatoria da svolgere in ogni tipo di ambiente, sia in casa che nell'ufficio che in inqualsiasi luogo di lavoro; è assai antico ed efficace. Provato di persona con grandi risultati. Bastano solo due tipi di acqua, quella normale e l'acqua ragia, un bicchiere che poi andrà gettato via e distrutto e 3 settimane di pazienza anche se i risultati si inizia a vederli da subito.
Si procede in un giorno a nostra scelta della settimana ( ricordarsi il giorno perché le altre azioni andranno svolte il medesimo giorno per 3 settimane consecutive ) e con qualsiasi fase di Luna in quanto, nel caso delle purificazioni, ci è indifferente.
Le purificazioni non hanno regole di giorno o di luna come invece avviene per altri rituali. Quando ve ne è il bisogno e semplicemente  le purificazioni si fanno. Si prende il bicchiere e si riempie a metà di acqua normale e vi si fanno cadere 3 gocce di acqua ragia. Se si possiede un contagocce sarebbe perfetto ma se non lo si ha poco male; si sostituisce semplicemente con la punta di un cucchiaino. L'importante è che la quantità di acqua ragia sia minima e fatta cadere nell'acqua contenuta del bicchiere con tre azioni successive proprio come farebbe un contagocce. Si posiziona il bicchiere in alto su un mobile o uno scaffale e lo si lascia dove collocato e senza toccarlo ne guardarlo più. La settimana successiva si prende il bicchiere, se ne svuota il contenuto sulla terra e si ripete nuovamente, si riempie a metà con acqua e 3 gocce di acqua ragia. Si riposiziona il bicchiere in altro e si attende la terza settimana quando rifaremo di nuovo la procedura da capo. in tutto devono essere 3 settimane.
Trascorsa l'ultima settimana si prende il bicchiere, lo si svuota a terra di nuovo e lo si spacca. Attenti ai cocci che andranno smaltiti nelle comode campane per il riciclaggio del vetro per non danneggiare la natura.

Il fuoco va consacrato ed esorcizzato gettandovi sale grosso e olibano
e pronunciando per tre volte i nomi dei geni del fuoco:
MICHAEL  - SAMAEL - ANAEL



Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index