Prosegui con:
IL RITO PURIFICATORIO E DI PROTEZIONE DI PASQUA
IL PENTACOLO DI PIETRE CHE RIVELA IL FUTURO
LE PIETRE DEL CORPO E DELLO SPIRITO PER CREARE ARMONIA
TORNA ALLE FESTE ESOTERICHE
20 - 21 Marzo Equinozio di Primavera - Eostara - Festa degli Alberi - Anna Perenna
Lady Day - giorni della Dea Luna - Pasqua

E' uno dei Sabbat minori. Il giorno e la notte hanno la stessa durata.
E' favorevole ai rituali ed alle operazioni attive.

Celebriamo quindi il ritorno della fertilità della terra



Vedi anche: PACHAMAMA la Madre Terra e l'Albero della Vita della Cabala


"Così in alto così in basso..."
Ermete Trismegisto






ADDA NARI - LA DIVINITA' INDIANA DEL SAPERE OCCULTO E DELLA NATURA
adda nari
Adda Nari è la divinità Indiana che incarna la natura, il sapere occulto e il silenzio che ammanta tutti i praticanti ( regola del silentium ). E' stata paragonata anche ad Iside, la Nera. Attorno a lei vediamo la tigre e il leone che indicano l'uomo aggressivo e un bue che raffigura invece la persona mite saggia e discreta.
Adda Nari si trova a metà tra la malvagità e la bontà insite nll'animo umano, i due aspetti in perenne conflitto che risiedono in ogni umano.
Ella possiede quattro braccia che sono la raffigurazione dei quattro elementi ( terra, aria, acqua e fuoco ) e in ciascuna mano tiene stretto il simbolo che lo rappresenta. Il latte del sapere che scorre dalla testa di Adda Nari non non va verso la tigre ( l'uomo malvagio ) ma solo verso il mite bue. Se l'uomo malvagio vorrà berlo dovrà prima cercarlo e vederlo, attraverso la ricerca interiore e la trasformazione del sé più profondo.
Per l'uomo mite la natura non ha misteri, Adda Nari gli offre una coppa simbolo dell'abbondanza e di tutto il suo sapere che sono le allegorie della sua ricompensa.
Il serpente che ruota attorno al collo di Adda Nari è la raffigurazione simbolica della fonte di vita, la luce e il grande agente magico che Adda Nari dona a chi dimostra di meritarselo. Ella al collo porta anche tre collane triangolari che vogliono rappresentare i tre mondi: il divino (il cielo), il morale (la terra) e materiale (l'inferno). Alle braccia di Adda Nari si vedono nove braccialetti. Il 9 è il numero simbolico dei misteri. All'altro braccio c'è invece il ramo fiorito che simboleggia l'equilibrio della luce astrale dell'universo ed esso è il segreto della nascita del mondo e della vita.
L'immagine della Dea è racchiusa in due triangoli: uno rivolto verso l'alto e uno verso il basso, chiaro riferimento alle frasi ermetiche di Ermete Trismegisto o al simbolo stesso dell'esagramma di Salomone che indicano, entrambi, come l'Alto ( il Divino ) e il basso ( l'Umano ) si trovino tra essi uniti e uguali, uno specchio dell'altro in quanto. I simbolismi allegorici racchiusi su questa raffigurazione sono veramente molteplici e meditare su di essi può essere utile agli adepti per accrescere la propria intima comprensione del Tutto e per ampliare la nostra personale evoluzione, sia come Uomini che come esseri superiori ( l'Adam Kadmon, "l'Uomo supremo" inteso sia come uomo fisico ma anche come Uomo Ancestrale perfetto )
e quindi anche come esoterici.

Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index