il fantasma di Azzurrina






TORNA AD ARGOMENTI E MISTERI

Il mistero del fantasma di Azzurrina

Del fantasma di Azzurrina se ne è parlato molto, forse troppo, e se ne continua ancora oggi a parlare sia sul web che in tv. Ne è nata quasi una manovra pubblicitaria per promuovere le visite al castello dove si dice sia apparsa. Ma cosa c'è dietro questa storia? Quali sono i reali fondamenti? E' tutta una storia inventata o nasconde qualcosa di reale? Questa vicenda oggi è assai conosciuta e quindi la sintetizzeremo solo brevemente.
Si narra che la bimba sia nata nel 1370 e fosse la figlia di Uguccione di Montebello, feudatario di Montebello di Torriana ( RN ) e prematuramente scomparsa il Solstizio d'Estate del 1375. Era nata albina, così riportano le cronache, e dato che a quei tempi l'albinismo era associato al demonio la madre le tingeva i capelli di nero per far passare inosservata la figlia in quella giungla di pregiudizi che avvolgevano l'esistenza della piccola. Purtroppo le tinture naturali usate per la colorazione non avevano effetto sulla chioma della piccola e quindi i suoi capelli assumevano una colorazione azzurra e da qui il soprannome di Azzurrina. La bimba aveva anche due grandi e stupendi occhi dello stesso colore.
Il tragico destino della bimba si consumò un tetro giorno di tempesta quando lei giocava solitaria nel castello con la sua palla. Un grido e poi di Azzurrina non ne rimase più traccia. Sparita, uccisa, rapita? nessuno lo sa. Leggenda vuole che ogni 5 anni il suo fantasma, durante la ricorrenza del Solstizio Estivo, torni a far visita ai luoghi della sua nascita e della sua morte (?) ma, come avviene per ogni leggenda orale che si perde e si spalma nel tempo, ogni particolare è oggi giunto a noi sicuramente distorto e arricchito dalle mille sfumature del passa parola.
Non esistono documenti che attestino l'esistenza e della sua reale nascita, certificati di anagrafe o altro, e quindi molti pensano che tutta la storia sia stata letteralmente inventata tratta da leggende e racconti popolari. Dal 1989 il castello è stato restaurato ed aperto al pubblico dietro pagamento dell'ingresso e molti che lo hanno visitato affermano di aver realmente avvertito la presenza di Azzurrina tra quelle antiche mura.
Per questo frotte di curiosi e ricercatori del paranormale fanno visita al castello, troupe televisive e persino il CICAP ( i ricercatori del paranormale ) si sono cimentati nell'impresa di “catturare” immagini o voci riconducibili alla bimba. Al termine del tour, poi, è possibile ascoltare tali voci che sono state nel tempo registrate. Un po di sano scetticismo a questo punto però è d'obbligo.
Potrebbe essere solo una trovata pubblicitaria che attira visitatori e attenzione, ( quando scatta la suggestione la mente umana è capace di generare fenomeni credibili e prodotti in buona fede ), può essere che sia solo il frutto di un continuo tramandare di leggende antiche ( di nessuna leggenda si può però escludere un fondamento di verità anche se pittorescamente tramandata ) ma può anche essere che Azzurrina sia esistita realmente anche se del suo passaggio non vi sono tracce certe. Tutto e il contrario di tutto insomma e quindi nulla è possibile dire o affermare con certezza a parte che, cosa trascurata da molti, se la bimba fosse vissuta e scomparsa realmente in quel castello, ( lasciamo il beneficio del dubbio ) è doveroso far tacere le innumerevoli voci e lasciare che la piccina possa riposare in pace dato che in vita di pace non ne ha mai avuta.
BETH



Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index