medusa
persefone
PERSEFONE
Il castello di Medusa sorge nei pressi di Samugheo-Asuni in provincia di Oristano a picco su una gola formata da un fiume.
Il luogo è ricco di vegetazione e anche se non è facile arrivarci è considerato uno dei dei “manieri magici” più interessanti dell'isola anche se oggi del castello restano solo dei ruderi. Nelle sue vicinanze si trovano delle grotte, un tempio dedicato a Cibele, la dea delle messi e del grano e un antico altare di pietra rosa con scolpita la luna crescente, simbolo di Persefone, la dea lunare dell'oltretomba. Un posto molto suggestivo anche se il tempo lo ha ridotto l'ombra di se.
La prima fase dell'insediamento nel castello di Medusa risale al IV-V secolo d.C. ma le strutture più recenti sono state realizzate tra il X ed il XII secolo.
I resti delle mura che lo circondavano hanno un'area di circa 540 mq, per avere una idea della sua imponenza.
Del castello si possono ancora vedere una cisterna e due torri.
Le leggende tramandate sul castello sono numerose e una di queste si riferisce ad una regina chiamata Medusa, fata o strega a seconda dei racconti, ed è quindi probabile che sia da lei che deriverebbe il nome del castello.
Si dice che la regina Medusa avesse celato nei sotterranei del suo maniero inestimabili ricchezze e che il suo spirito inquieto vaghi ancora tra quelle rovine forse a guardia del tesoro.
Per la Sardegna Medusa è considerata anche un'antica divinità pagana protettrice della regione. Chi è riuscito ad arrivare sin li riferisce che sia un posto molto suggestivo e inquietante ma che vale la pena di essere visitato anche se del castello è rimasto ben poco. La natura circostante è rigogliosa e i rimandi ad un lontano passato, di riti, divinità e misteri sono numerosi e lo rendono una meta ambita per tutti coloro che sono a “caccia” di forti emozioni.

.




TORNA AD ARGOMENTI E MISTERI





castello di medusa

Il castello di Medusa






Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index