GLI STRUMENTI DELLA STREGA


IL PRIMO STRUMENTO

IL CORREDO DELL'ARTE

STRUMENTI NATURALI

LE ENERGIE NATURALI

LE MAREE TATTWA

IL POTERE DELLO SPECCHIO

FORMULA DI DOMINIO

IL PENTACOLO DI PIANTE MAGICHE

LA DAGIDA E LA FORMULA DI PROTEZIONE PER LA CASA

LA MAGIA DEI NODI

COME TOGLIERE LE NEGATIVITA' DAI LUOGHI

OLIO ESORCISTICO

PRATICHE E INCANTESIMI
IL PIU' ANTICO STRUMENTO USATO DALLE STREGHE: LA DAGIDA DETTA ANCHE SIMULACRO

Una Dagida, a differenza di quanto si crede, non viene usata solo per riti di attacco. I suoi utilizzi sono ambivalenti e ben si adatta se impiegata nei riti di:


- per riportare la pace tra due o più persone
- purificazione
- guarigione
- nei riti d'amore
- per creare armonia
e ovviamente per:
- sottomissione
- coercizione
- riti d'odio e sofferenza
- per arrecare discordia o ostacoli


Quando si lavora magicamente su noi stessi o per noi stessi non vi è alcun bisogno di creare un simulacro come invece risulta utile quando si intende lavorare su un'altra persona che non è presente, per vari motivi, al momento del rito che intendiamo svolgere e che la riguarda anche a sua insaputa. Con il simulacro si può fare alla persona assente un rito di purificazione, guarigione, attrazione, coercizione, dominazione ecc.. a seconda del tipo di magia praticata. La Dagida è chiamata anche “simulacro” o “sembiante”. Questo strumento viene associato a diversi altri elementi:
- foto recente della persona ( non più vecchia di 5 anni )
- o bigliettino sul quale viene scritto il nome, il cognome e la sua data di nascita e parti della persona stessa ( generalmente capelli o unghie )
Serve anche: candela del colore appropriato ( legata al motivo del lavoro ) su cui vanno incisi i dati anagrafici della persona
una patata “battezzata” con i dati anagrafici della persona se è questa che diviene la Dagida da usare o la vera e propria bambolina di stoffa o una figura in cera.

Sulla figuraa di cera vanno incisi i dati anagrafici della persona mentre, all'interno della bambola di stoffa, vanno cuciti i sembianti, capelli o unghie o entrambi.
Se usiamo la cera, candela che raffigura un uomo o una donna l'incisione dei dati anagrafici per battezzarla deve avvenire con uno strumento appropriato. Se il rito è rivolto al “bene” si usa un rametto di rosmarino mentre invece, se si vuol bloccare o nuocere alla persona incarnata nella Dagida, si usa la punta del coltello rituale. Si userà un chiodo se il rito è di offesa.

Lo stesso vale per l'incisione dei dati su un simulacro naturale e cioè sulla suddetta patata che dopo il rito dovrà essere sotterrata per far si che nell'oscurità della terra possa marcire e germini, oppure, adagiata e chiusa in una scatola al buio, in un luogo sicuro ed isolato. Per i riti d'amore spesso la mela viene usata come dagida e per i riti negativi il limone che verrà trafitto da 9 spilli. A volte si usa rivestire il simulacro con un indumento usato dal soggetto in questione. Nessuno deve venire a conoscenza del vostro operato e nessuno deve vedere il sembiante che avete preparato e nascosto altrimenti il rito risulterà nullo.
Sta a voi adesso decidere come usare questo strumento che a tutti gli effetti diviene la persona sulla quale volete “lavorare”. Lui e il sembiante al momento del battesimo diventano a tutti gli effetti la stessa medesima persona e ciò che fate ad essa verrà fatto su quella persona. Siate molto oculati nell'agire in quanto diviene uno strumento assai potente nelle vostre mani.


FORMULA DI PROTEZIONE PER LA CASA
MALEDIZIONE CONTRO LADRI E USURPATORI

"Signore proteggi me, che a Te fiducioso mi rivolgo, questa casa e tutti i suoi abitanti dalle insidie della vita, dai tranelli del mondo, dall'ingordigia dei vicini, dalla voracità delle persone inique, dalla rapacità dei governanti, da tutti coloro che occupandosi di tributi e di esecuzioni volessero interessarsi in qualsivoglia titolo ed in qualsivoglia forma alla mia umile persona, che in Te riposa. Che tutti costoro, operatori di iniquità che si muovono malevoli nei miei confronti siano da Te colpiti nel corpo e nell'anima, feriti nel fisico e nello spirito, piagati nella carne, fai che si debbano  preoccupare di ben più gravi e contingenti problemi personali e dismettano per sempre ogni e qualsivoglia interesse nei confronti di pratiche riguardanti la mia persona. Che tutti costoro, sia operanti di propria iniziativa o comandati, sia superiori che sottoposti, sia che agiscano da soli o con altri, siano colpiti dalla punta venefica della spada di fiamma impugnata dalla salda mano del Tuo Angelo vendicatore, siano percossi e dispersi sulla faccia della terra, esuli e raminghi, desistano da qualsivoglia iniziativai nei confronti della mia persona e dismettano tutte le pratiche eventualmente già iniziate riguardanti me ed i miei famigliari, da vicino come da lontano, sino a quando non avrò ricevuto soddisfazione. A quel punto allenta la tua stretta e rendili liberi, dopo averli ridotti nella condizione di non nuocere più ne ora ne in futuro. Signore, Tu solo mio Giudice, in Te ripongo la fiducia del mio Spirito ed a Te demando la protezione dei miei beni, di questa casa, di tutti i suoi abitanti e della mia persona, in particolare contro tutti coloro che, a nome proprio o di altri, a qualsiasi titolo e per qualsivoglia ragione, dovessero molestarmi, perseguirmi e perseguitarmi e in qualsiasi modo minacciarmi con pretese fiscali o per qualunque altra causa e titolo, comunque inique, ingiuste ed indesiderate.
Amen, Alleluja, che sia così"









candles
Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index