Introduzione alla MAGIA

"Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te.
" FINCHÉ NON FAI DEL MALE A NESSUNO, FA' CIÒ CHE VUOI!
Qualsiasi cosa noi facciamo, ci ritorna indietro TRE VOLTE TANTO nel bene o nel male.

libri di magia
teschio su libri
magia
Prosegui con: Pantheon Egiziano Amuleti e Talismani Le formule Le erbe Lettere e numeriMeditazione Magia delle essenzeMagia delle candele

Corrispondenze di alcune erbe
facilmente reperibili e il loro utilizzo

ALLORO: Protegge dalle negatività, purifica, attrae denaro e dona forza. Le foglie si possono portare addosso, si possono inserire nei sacchetti talismanici oppure si possono bruciare, polverizzate, come fossero incenso.

CAMOMILLA: Dona prosperità, protezione, calma, creatività.

Famosi gli infusi di camomilla che calmano gli spasmi dello stomaco e favoriscono il sonno.


CANNELLA: Aiuta i poteri psichici, la guarigione, la chiaroveggenza, e facilitano le entrate di denaro ed il successo. Si brucia come incenso, e si può anche preparare con essa un infuso molto gradevole.

CHIODI DI GAROFANO: Ottimi per propiziare denaro, protezione, esorcismo e amore. I chiodi di garofano si possono polverizzano e bruciano come incenso.

ERBA GATTA: Dona la felicità non solo dei nostri amici felini... Le foglie più larghe possono essere usate come segnalibro per i libri di magia.


FINOCCHIO: Purifica e protegge. Ottime le tisane anti ritenzione di aria nello stomaco.

LAVANDA:  Le nostre nonne la raccoglievano nel momento della fioritura per farne mazzetti fitti, strettamente legati assieme sempre con un filo di lavanda, per metterli tra la biancheria. Oltre a dare una gradevole profumazione alla nostra biancheria propiziano la purificazione, la felicità, l'amore, la pace, la protezione. Si può utilizzare anche come incenso.

NOCE MOSCATA: chiaroveggenza, prosperità, denaro.

La polvere può essere usata come incenso.


PREZZEMOLO: purificazione, protezione.
Si usa anche misto all'acqua del bagno.

ROSA: protezione, creatività, facoltà psichiche, amore. Non c'è cosa che non si possa fare con la rosa: Polvere di incenso da bruciare, infusi, acqua depurativa anche per la pelle, profumi. Si impiegano sia le foglie fresche chequelle secche.

ROSMARINO: protegge dalle negatività, benedizione, consacrazione. Si brucia come incenso, si mette nei sacchetti talismanici. Si può fare un infuso di rosmarino per purificare il corpo o per "ripulire" la casa da qualsiasi residio negativo.
E' un ottimo attrattivo per gli spiriti.


SALVIA
: guarigione, prosperità, saggezza, purificazione, denaro. Funge da calamita e attrae i desideri.

Il potere delle erbe - L'erbario magico

Fin dai tempi più remoti la magia si serve delle piante che per essa sono uno degli strumenti più importanti in quanto nascono, si nutrono e trattengono tutte le vibrazione della natura e delle sue forze.. Nelle piante è presente il tutto e nel tutto è presente il bene e il male, l'azione e la stasi. Sin dai primordi l'uomo si è rivolto alle piante, alla loro forma, colore e odore per comporre strumenti o incensi. Ha capito che in esse sono presenti delle energie che si possono opportunamente e sapientemente sfruttare.
Queste energie possono essere riconosciute in quanto si esprimono creando nelle piante delle forme precise, che sono la loro stessa corrispondenza analogica.
Per questo motivo la magia e l'antica fitoterapia si basavano sulla somiglianza delle piante con parti del corpo umano, con gli animali e con tutte le forme presenti in natura. La magia non si ferma però all'analisi delle forme esteriori, ma va oltre comprendendo che la materia è il risultato e il prodotto di forze più sottili e più potenti.

Sin dal Medio evo gli studiosi di scienze cosiddette "occulte" in quanto nascoste ai più, consideravano le piante riunite in agglomerazioni psichiche chiamate "menti di specie". Anche gli odori (nelle piante se ne trovano diversi passando da fetide esalazioni a inebrianti profumi) sono una vera e propria energia, da sempre sfruttata nelle Arti magiche; un esempio per tutti è l'incenso, come abbiamo detto, usato in tutti i riti magici. L'odore dell'incenso allontana tutto cio che è negativo, purifica, imprime qualità in quanto rappresenta la spiritualità, la strada verso la conoscenza, il mondo spirituale. La Magia delle piante detta anche Magia Verde, raggiunge il suo massimo valore in un giorno ben preciso dell'anno. E' la notte di S.Giovanni Battista, il 24 giugno, che si ricollega ai festeggiamenti del solstizio d'estate, una data importante per la magia delle erbe. Ogni anno in questo giorno il sole si trova nel punto più alto del cielo, entra nella costellazione del cancro, e le piante assorbono dei poteri particolari.

Tra le 23 e la mezzanotte della vigilia della notte di San Giovanni si raccolgono si raccolgono per tradizione le piante che verranno poi utilizzate nei rituali magici nel corso dell'intero anno. Felci, verbena, iperico e altre. L'utilizzo delle erbe magiche è vario. Se ne possono fare semplici decotti o infusi per la salute o si utilizzano per scopi puramente magici. Si possono bruciare nei braceri, farne fumigazioni o bagni purificatori. Sono efficaci e si prestano a molteplici usi. E' opportuno notare che in generale le loro virtù sono benefiche e diventano malefiche soltanto quando l'uomo le manipola ed interviene con precisi intenti nocivi.

La tradizione vuole che le erbe che si usano siano raccolte da noi stessi ma, dato che non tutte le erbe sono reperibili nelle nostre campagne e che non tutti hanno la conoscenza giusta per riconoscerle, è oggi buona regola rivolgersi ad un bravo erborista per acquistare le erbe che ci abbisognano per non incappare anche in spiacevoli rischi di ... intossicazione! Le erbe dell'erborista sono testate e sicure e quindi è, in alternativa alla raccolta personale, comodissimo usarle.

INFUSI:
Per fare un infuso caldo dobbiamo far bollire l'acqua ed appena la superficie dell'acqua comincia ad incresparsi spengere il fuoco al di sotto della pentola e aggiungere le erbe nella quantità necessaria. Si copre il recipiente, si attendono i giusti minuti e poi si filtra.
E' anche possibile creare un infuso "freddo" lasciando a bagno le erbe in acqua non calda per alcune ore.

I DECOTTI:
I decotti sono erbe fatte bollire lentamente partendo con acqua fredda o aggiungendo le erbe al momento in cui l'acqua va in ebollizione ed è un ottimo metodo per estrarre i principii attivi da cortecce, radici e tutte quelle foglie che sono per natura piu dure.
Mettere 30 grammi di erbe in mezzo litro d'acqua, o la quantità di erbe necessaria, e portare ad ebollizione. A questo punto si fa bollire l'erba per i minuti necessari alla preparazione del decotto in genere dai 5 ai 15 minuti.
I tempi variano a seconda delle erbeo delle radici che vengono usate e una volta pronto il tutto lo si filtra ancora caldo e si conserva in recipienti di vetro.

Gli OLII:
Per preparare un olio si possono usare erbe fresche o secche, o fiori o foglie, a seconda del tipo di olio che andiamo a fare e si procedere nel seguente modo: in un vasetto di vetro si mettono le erbe scelte, si versa l'olio a ricoprire il tutto ( olio rigorosamente puro di oliva ) e si sigilla il vasetto. Il vasetto va esposto alla luce della luna Facendo attenzione che il luogo di esposizione sia asciutto e quindi lontano da qualsiasi fonte di umidità.
Allo stesso modo esporlo anche alla luce solare badando bene che essa non sia totalmente diretta. Trascorse due settimane di questo trattamento è possibile filtrare l'olio in un altro vasetto di vetro e riporlo in attesa di utilizzarlo. Questo procedimento vale solo per gli oli magici.

Se si vuol creare un olio alimentare carico delle proprietà delle erbe inserite, sarà sufficiente mettere la parte vegetale in una bottiglia di olio di oliva e lasciar macerare in dispensa. Avremo così creato degli ottimi oli di oliva aromatizzati al peperoncino, alla salvia, al rosmarino, al basilico ecc...











-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index Builder Web ©BETH