LEGGI GLI ARTICOLI:

RUGHE E INVECCHIAMENTO DELLA PELLE: UN TRATTAMENTO MESOTERAPICO DI ALTA QUALITA'
CELLULITE E ADIPOSITA' LOCALIZZATA - TRATTAMENTI SENO E LABBRA UNISEX - TRATTAMENTI CONTRO L'IMPOTENZA MASCHILE

AGOPUNTURA, MOXIBUSTIONE, AURICOLOTERAPIA, OMEOPATIA,
OMOTOSSICOLOGIA: UNA ALTERNATIVA ALLE CURE DELLE TONSILLE

BREVE BIOGRAFIA

 

 

 

 

 

ag3.jpg (6004 byte)

PER INFORMAZIONI PIU' DETTAGLIATE
SU QUESTO ARGOMENTO
TEL. CONTACT: 3404925585
LA DOTT.SSA CACIAGLI CATERINA
RICEVE IN TOSCANA

-

Agopuntura, Moxibustione, Auricoloterapia, omeopatia, Omotossicologia: una alternativa alle cure delle tonsille

 

Tonsilliti recidivanti ed adenoidi sono il tormentone non solo dell'infanzia ma anche dei giovani adulti. In alternativa alle terapie tradizionali, si è dimostrata efficace (circa 80% dei successi) la Medicina Tradizionale Cinese (MTC).
Studi sul territorio hanno dimostrato che tale tecnica è molto efficace nel curare le adenoidi e le tonsilliti recidivanti, mettendo in evidenza il beneficio del trattamento soprattutto nelle forme adeno-tonsillari con compromissione uditiva e timpanogramma piatto.

L'agopuntura è una Medicina millenaria risalente ad epoche antichissime della Cina che sfrutta particolari zone cutanee o “agopunti” immaginandoli come aree “cibernetiche”, di comando, volti a ripristinare le funzioni vitali dell'organismo.
La MTC si serve sia dell'agopuntura propriamente detta che di altre tecniche come il riscaldamento o moxibustione, martelletto fior di prugna, massaggio, dietetica, fitoterapia, etc tutti volti a ripristinare il fisiologico equilibrio energetico e/o organico dell'organismo. Eccetto la dietetica e la fitoterapia le altre tecniche vanno ad agire su particolari strutture dette meridiani o canali energetici dove si ha la maggior concentrazione di energia. Come vengono regolati quindi tali canali? Attraverso la cute, o per meglio dire mediante i suddetti agopunti!

Torniamo alle adeno-tonsillite.

Il recupero della funzione uditiva avviene parzialmente dopo il primo mese e totalmente allo scadere del secondo mese di trattamento nell'80% dei pazienti.
I meridiani più interessati sono il Grosso Intestino, il Polmone, il Triplice Riscaldatore ed il Vaso governatore. I punti più attivi sono Polmone 1P, 2P, 7P; Triplo Riscaldatore 21TR, Vaso Governatore 14VG, 19VG e Grosso Intestino 1GI,4GI, 17GI e 19GI ma il punto che si rivela più efficace è il 4GI situato a livello della mano trattato con aghi o semplicemente con moxibustione.
La terapia agisce su adenoidi e tonsille aumentando le difese immunitarie locali e sistemiche e diminuendo sensibilmente l'edema. Altri punti, situati nel volto (base del naso e sopracciglio), sono impiegati per migliorare i disturbi respiratori collegati a queste patologie.
Si tratta comunque in ogni caso di intervenire sul sistema immunitario per ottenere un'azione di riequilibrio, utile soprattutto nelle fasi acute.
Quando la patologia è divenuta ormai cronica si fa riferimento a punti situati sulla gamba, sul torace, sul gomito per stimolare la “Weiqi”, l'Energia difensiva, secondo la visione della MTC.
Per i bambini al di sotto di 6 anni di età conviene orientarsi verso la digitopressione o verso il massaggio Tuina pediatrico.
Si può associare un rimedio omeopatico
costituzionale (Luesinum, Barita Carbonica, etc secondo la costituzione o dei gemmoterapici quali Ribes nigrum 1dh, Rosa Canina 1dh con risultati sinergici a volte assai rapidi.

Inoltre, è possibile integrare a tutte le tecniche fino ad ora elencate anche la auricoloterapia.
Cercherò di riassumerla al meglio.

L'orecchio umano appartiene ai cosiddetti “microsistemi” ossia zone corporee dove sono contenuti tutti i sistemi ed apparati dell'organismo. 
Ne abbiamo altri di tali microsistemi come la mano ed il piede per esempio di cui spesso e volentieri in seduta utilizzo.
Come è mostrato dall'immagine 1, l'orecchio presenta delle analogie con il feto umano, considerando il lobo auricolare l'equivalente della testa del bambino.
Con ciò, vi è la chiara rappresentazione nell'orecchio, del corpo umano!
L'auricoloterapia viene eseguita applicando all'orecchio del paziente aghini a semipermanenza, semi di vaccaria (invitando il paziente di tanto in tanto ad autostimolarsi il seme con le dita).
Tali strutture vengono lasciate “ad agire” sulla cute auricolare per un tempo variabile, da 1 a 2 settimane o fino a quando non è scomparsa la malattia.
Stimolando le zone corrispondenti al faringe, polmone, tonsille, intestini si riesce con totale sinergismo ad ottenere ottimi risultati.
Infine, è doveroso affermare che, sebbene gli schemi terapeutici siano tanti ed a volte ad occhi inesperti anche un po' “eccentrici”, il risultato dipende unicamente dalla abilità, sensibilità ed esperienza del medico nel saper miscelare ad una medicina  le tecniche terapeutiche che meglio si adattano al singolo paziente.

 

DOTT.SSA CATERINA CACIAGLI

 

 

Immagine 1

 

 

PER INFORMAZIONI PIU' DETTAGLIATE SU QUESTO ARGOMENTO
TEL. CONTACT: 3404925585
- LA DOTT.SSA CACIAGLI CATERINA RICEVE IN TOSCANA

 
Index Home Page