gatto nero
PROSEGUI CON:
LA DANZA DELLE STREGHE
TORNA ALLE FESTE ESOTERICHE
Lughnasadh - Lammas 31 luglio - 1° agosto - 2 agosto
Festa del Dio Lugh, il Dio sole morente e prima festa di ringraziamento delle streghe
 

"IO VADO DOVE IL VENTO MI CONDUCE, IO VOLO DOVE MI PORTA LA VOLONTA"
"IO SONO L'ANTICO CHE ATTENDE IL PASSO
IO SONO LA FIAMMA DEL SUD INNANZI ALLA PORTA DI LEVANAH"








strega eclisse
Lugh è il Dio del raccolto, raccogliamo ciò che abbiamo seminato.
Lugh è il Salvatore, che conduce ogni problema verso la sua conclusione.
Si andranno a chiudere dei capitoli e se verremo messi alle strette Lugh ci incita a guardare avanti e ripartire a volte anche da zero con estrema tenacia seguendo i cicli naturali dell'esistenza.
Nulla dura, nulla è eterno ( lo si legge anche nel Kibalyon dei 3 iniziati ) si muore per rinascere così come fa Lugh, il Dio Sole morente, che tornerà a rinascere nel periodo oggi considerato natalizio, per Yule, il Solstizio Invernale, regno del Sole Bambino o Sol Invictus che rinasce passando sotto la Prima Porta Solstiziale detta "degli uomini". L'anno in corso è un anno che viene considerato difficile per l'umanità e per il singolo essere che deve superare delle prove ( vedi anche l'oroscopo numerico ) e la conclusione ( ancora non prossima di questo anno ) viene annunciata da due Eclissi che si verificheranno proprio durante il periodo delle festività dedicate a Lugh ( luglio, Agosto e Settembre la sua conclusione con il secondo Sabbat di ringraziamento ) Una eclissi parziale di Luna si avrà il 7 agosto e una totale di Sole il 21 di Agosto che anche se non saranno visibili in Italia la loro influenza si farà comunque avvertire nella vita di tutti gli uomini essendo un fenomeno di grande portata considerando anche che gli effetti inizieranno a farsi sentire sia 15 giorni prima che 15 giorni dopo il loro passaggio. Facciamo molta attenzione a queste date perché, per la regola del Binario, qualcosa entrerà e qualcosa uscirà dalla nostra vita e qualcosa subirà delle grandi trasformazioni. In bene e in male. Ma come dice il vecchio detto: “nessun male viene poi per nuocere” a patto che lo sappiamo affrontare con serietà, serenità e volontà interiore di reazione. Una specie di morte e di rinascita, un cambiamento una trasformazione e non una dissoluzione.
Staremo a vedere che cosa accadrà.

corvo nero
Il Dio LUGH è il Dio Celtico del raccolto e il suo nome deriva da LUGOS il cui significato è legato all'illuminazione e a tutte le capacità mentali umane oggi meramente assopite oltre che all'intelligenza.
Lugh era esperto in qualsiasi tipo di arte come ad esempio la poesia, la musica ma anche nell'arte della guerra e della metallurgia. Lugh è il Dio Salvatore che porta ogni problema verso un lieto fine. Si dice possedesse dei corvi profetici e per questo viene spesso raffigurato come un uomo forte, un guerriero con delle corna di cervo sulla testa e un grosso corvo nero su una spalla.
Secondo alcune fonti molto antiche viene associato a Mercurio Hermes e ad Apollo-Febo. Quindi un Dio protettore e portatore di abbondanza, dato che che la sua festività è associata al primo raccolto dopo il Solstizio d'Estate, al sesto senso e all'intelligenza.

PRATICHE ESORCISTICHE E PURIFICATORIE
- Bruciare bacche di ginepro
- Bruciare rametti di Lauro o tenerne sulla propria persona
- Unire della menta alle insalate o nelle bevande
- Fare fumigazioni di ortica.
- I cimi di ortica si uniscono alle frittate
- Un pezzetto di rosmarino lo si porta sulla persona come amuleto
- Il tiglio va portato su di se, nel portafoglio come protezione

pane
Festa del raccolto e un momento di raccoglimento interiore in previsione della prossima venuta dell'inverno. Tutte le erbe, tutti i cereali (grano, frumento, miglio, riso, avena ecc...), le verdure, la frutta matura; sono sacri in questo che è il giorno di Lughnasadh ( o LAMMAS ) la grande festa del raccolto. Cipolle ed aglio non attendono che di essere dissotterrati dalla terra, il grano nei campi è pronto per la mietitura, le erbe hanno raggiunto la loro massima potenza ed anche noi siamo "maturi" per un raccolto personale.
In questo giorno si festeggia la Grande Madre Terra che ci dona i frutti del suo grembo e il Dio Sole che, proprio oggi, compie l'estremo sacrificio. E' questo infatti il periodo in cui la notte domina sul giorno.
Le giornate iniziano ad accorciarsi e la notte gli rosicchia lentamente lo spazio.
Si sta verificando il fenomeno inverso rispetto alla precedente festa del Solstizio Estivo quando invece era il giorno, il sole, a dominare sulla notte dando origine al giorno più lungo dell'anno.
Tutto questo però non deve essere motivo di tristezza. Tutto fa parte di un disegno prestabilito sin dalle origini dei tempi e la ruota, perchè continui a mantenere l'equilibrio, deve continuamente girare.
Il seme fecondo vive nel grembo della Madre Terra che si trova nel periodo della sua massima abbondanza e i suoi frutti li vediamo ovunque. Il nostro compito è di riunirci per raccogliere queste ricchezze, meditare sul ciclo di morte vita rinascita, e festeggiare.
Questi tre giorni sono molto importanti per le streghe. Non dimenticate di festeggiare e ringraziare sia per ciò che avete ottenuto sia per ciò che otterrete. In questo periodo le streghe fanno grandi feste, cene e riunioni serali, mangiano il pane che rappresenta la trasformazione del grano mietuto e, al contempo, è una metafora su noi stessi trasformati e completati con la magia che pratichiamo.


COSA OTTENERE DA Lughnasadh
Grande carica di energia vitale e un profondo senso di benessere psicofisico.
Abbondanza in campo economico, serenità nel quotidiano.
La forza e la decisione necessarie per porre fine a relazioni che sono vissute come causa di regressione. Riallacciare storie quasi finite, riaccendere i sentimenti e la passione e protezione per la coppia. Purificazione ed esorcismo radicale che si rifletterà beneficamente in ogni settore della vita.

pane e spighe di grano


PRATICHE:
Nei giorni di questa triplice festa sarebbe ideale usare tovaglie o tavaglioli di color giallo o arancione ed accendere candele dello stesso colore, ponendo spighe di grano, pannocchie, cestini di frutta e verdura sulle nostre tavole Si brucia incenso puro sui carboncini unendovi petali di girasole o valeriana. Sulla tavola non devono mancare neppure dei cestini con cipolle e aglio, le verdure appena dissotterrate, e ciotole con i prodotti derivati dai cereali; quindi farine di grano, granturco, avena ecc... Tutto naturalmente in modo simbolico. E' propiziatorio di buona fortuna mangiare il pane della festa confezionato da noi stessi con pasta di pane (reperibile anche già pronta in panetteria) impastata con un cucchiaio o due di erbe fresche: il basilico, l'origano, l'aneto, il prezzemolo, l'erba cipollina. Il 31 luglio, il primo e il 2 di agosto sono i giorni giusti per gli scambi commerciali e le promesse di matrimonio.
La festa deve essere allietata da banchetti, corse di cavalli, esibizioni di musicanti e recite di poeti e cantori come avveniva in passato. In questi giorni possiamo vedere i primi risultati delle nostre azioni intraprese nei mesi precedenti, durante gli altri Sabbat. E' anche un momento di preparazione per il futuro, un momento di riflessione, rivolto all'imminente autunno. Questa festa è molto importante e legata al tema di morte e di rinascita della vita umana e tutte le cose create o generate, che crescono e poi declinano. E' una ruota che deve continuamente restare in equilibrio se si vuole che la vita continui a perpetuarsi. L'anno si trova ora nel punto del suo culmine rigoglioso ma è anche l'inizio del del suo lento processo di declino. Il sacrificio comunque è visto come trasformazione, non certo come una morte, ma bensì come una rinuncia necessaria per raggiungere un qualcosa di più importante e più profondo.
Il grano mietuto nei campo e sacrificato, tranciato di netto da un colpo di falce, diventa pane; così come i frutti e le verdure vengono raccolte di modo che ci si possa nutrire. Lammas è quindi la festa della trasformazione e della rinascita e questa è la legge della natura che si ripete.


Come forgiare l'Emblema del Potere o Scettro di Lugh

Si prepara di Mercoledì in luna crescente.
Occorre un rametto tratto da un noce giovane e deve essere dritto e senza nodi. Si può anche preparare in scala ridotta con un rametto di rosmarino privato di ogni ago. Il rametto di noce va privato della corteccia e ci vanno incisi vari simboli e sigilli come il Pentacolo, l'Esagramma ecc.. Per i più esperti diciamo che possono inciderci simboli più complessi o talismani intieri. Il bastone così preparato va espostpo ai fumi di un incenso composto in parti uguali da Iperico e Assenzio. ( Queste due erbe sono facilmnte reperibili in erboristeria ). Lasciate che i raggi della luna crescente lo inondino e vi si imprimano sino a che l'astro non raggiunge il suo apice di luca piena. A quel punto la Bacchetta, o scettro del potere di Lugh, è pronta per essere usata.

Rito del RINGRAZIAMENTO

Si accenda una candela color arancio, uno dei colori solari, e si accenda un incenso che contenga elementi di purificazione (vedi anche il capitolo sulle erbe planetarie in Bethelux). Si prepari un pezzetto di carta bianca o carta pergamena su cui scrivere, brevemente, i motivi per cui profondamente ringraziate le entità benevole che presiedono a questo giorno, per il fatto di essere vivi, per la vostra sempre costante crescita interiore. Chiedete di conoscere sempre di più, di entrare in simbiosi col respiro della natura e delle sue forze, alleate alla strega, per incentivare la vostra personale forza e la vostra volontà. Visualizzate ciò che volete creare per voi e per le persone che vi sono care. Costruite quindi un cerchio di pietre attorno a questa candela che arde e fatelo con molta lentezza, ad ogni pietra aggiunta aggiungete anche un ringraziamento e un pensiero che sia di attrazione per i vostri più intimi desideri. (vedi anche capitolo sulle pietre in Bethelux per conoscere il loro raggio di azione.) Le pietre nascono nel ventre della Madre Terra e ne trattengono valenze e virtù. Ve ne sono di attrattive ed altre che infondono valori e altre che purificano o rigenerano. Potete anche usare ciottoli di fiume o pietre di forma particolare trovate sul vostro cammino durante una passeggiata nella natura.
Mettetene di numero dispari. Chiuso il cerchio di pietre bruciate alla fiamma della candela il vostro pezzetto di carta e fatelo consumare nel bracere con l'incenso. La candela dovrà estinguersi tutta.

grano

INCANTESIMO PER LA PROSPERITA'

OCCORRENTE: Una bottiglia piccola (trattata allo stesso modo come la bottiglia di S.Giovanni per pulirla da residui e per eliminarne l'etichetta), un turacciolo per chiuderla ermeticamente, un amo, del trifoglio ( sempre in numero dispari ) un pizzico di cannella e qualche monetina. PREPARAZIONE DELL'INCANTESIMO:
Si prende la bottiglia già pulita la sera del 31 Luglio e la si riempie con tutte le cose indicate MOLTO LENTAMENTE, visualizzando al contempo delle entrate di denaro che possono essere aumenti di stipendio, vincite al gioco, contratti fruttuosi, ecc... A questo punto chiudere ben bene la bottiglia con il turacciolo e sigillare con la cera delle candele che abbiamo detto essere, in questa occasione, di colore giallo o arancio e recitando:
" Soldi, avanti, venite a me e siate abbondanti. Da questa sera in poi non saremo più distanti, con l'aiuto di questa bottiglia, venite a me e siate tanti!"
Tenete la bottiglia vicina alla porta di casa o, se non fosse possibile, va bene anche un luogo appartato sempre di casa vostra. L'incantesimo sarà più potente in misura della forza che ci metterete nel preparare la bottiglia e nel visualizzare il vostro desiderio. A quel punto la potenza del vostro pensiero si unirà a quella degli atti e delle parole e si trasformerà in entrate concrete.
Mai recitare un incantesimo a "pappagallo", come si suol dire, altrimenti i frutti che raccoglieremo saranno pari al nostro sforzo e cioè.... nulla....!


Ricordiamoci poi sempre di ringraziare ogni qualvolta otteniamo frutti dalla magia.

uilder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index