la messa delle anime morte
Una leggenda molto nota lungo tutta la catena delle Alpi e degli appennini, narra che nella chiesetta campestre della Torretta a Casteldelfino in provincia di Cuneo si celebrino, saltuariamente, quando cala la notte, delle vere e proprie “messe fantasma”.
Non è salutare passare da quelle parti perché si possono distintamente udire le campane che suonano da sole per chiamare i fedeli e si può vedere la luce di candele accese all'interno della chiesa.
  Un giovane abitante della zona affermò di aver visto la chiesa piena di “persone” e un prete ossuto gli si fece avanti per dirgli se voleva servire messa.
Il giovane accettò e la funzione ebbe inizio.
Quando il ragazzo si voltò per vedere i fedeli che riempivano la chiesa un lungo brivido gli passò lungo la schiena: tutti i presenti non erano vivi, ma bensì erano i corpi scheletrici dei suoi compaesani morti da anni senza avere sepoltura cristiana. Terrorizzato il giovane servì messa sino alla fine e quando il sacerdote, anche lui un fantasma, gli disse che poteva andarsene, il ragazzo scappò via all'improvviso. Sentì il rumore della porta della chiesa chiudersi dietro di lui, si voltò ed egli vide la chiesa di nuovo deserta e abbandonata come l'aveva sempre vista.
“ITE MISSA EST”, la messa delle anime morte era conclusa. Forse quel ragazzo non passò più da quelle parti alla sera.




.

TORNA AD ARGOMENTI E MISTERI


LA MESSA DELLE ANIME MORTE



la morte
Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index