Introduzione alla MAGIA

"Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te.
" FINCHÉ NON FAI DEL MALE A NESSUNO, FA' CIÒ CHE VUOI!
Qualsiasi cosa noi facciamo, ci ritorna indietro TRE VOLTE TANTO nel bene o nel male.

libri di magia
teschio su libri
magia
Prosegui con: Pantheon Egiziano Amuleti e Talismani Le formule Le erbe Lettere e numeriMeditazione Magia delle essenzeMagia delle candele



DUE TIPI DI COLPI DI RITORNO E COME NEAUTRALIZZARLI


In più parti del sito esponiamo l'efficacia e il potere del pensiero come calamita, rifacendoci anche agli insegnamenti preziosi del Conte di Saint-Germain.
Il pensiero non solo attrae ma anche ci difende contro gli inevitabili colpi di ritorno che ogni mago “genera” durante un qualsiasi lavoro magico.
Questa del cosiddetto colpo di ritorno è una legge fisica alla quale nessuno si può sottrarre ma, ovviamente, ci sono metodi per evitare di subirla. Un rituale è come un pacco postale con ricevuta di ritorno che viene spedita al centro del bersaglio che vogliamo raggiungere ma che, anche, crea una sorta di “ricevuta di ritorno” che torna alla mano che ha operato in campo magico. Sia che il rito sia stato rivolto al “bianco” o al “nero” non fa differenza. Qualunque rito genera il colpo di ritorno. Ovviamente se eseguiamo un'operazione magica volta alla positività il colpo di ritorno sarà meno incisivo rispetto ad un colpo di ritorno generato da un rito “nero” di offesa o di odio”.

Ma non solo i rituali generano i cosiddetti colpi di ritorno, anche i nostri pensieri sono capaci di creare questa onda che ritorna indietro al mittente.
“Ogni azione ne genera una uguale e contraria”, recitava
all'incirca un postulato di fisica assai azzeccato. E la magia non sfugge alle regole terrene di fisica e chimica legate alla materia in quanto di materia noi siamo composti e nella materia viviamo e agiamo. Per questo motivo dobbiamo prestare sempre attenzione ai nostri pensieri per non subirne le conseguenze. Mi spiego meglio. Nessun pensiero, dato il suo grande potere di attrazione se specialmente viene protratto e lungamente nel tempo ( il tipico Pensiero fisso ) l'onda che ne scaturisce non può non ritornare al nostro Spirito che lo ha generato sotto svariate forme. Ogni pensiero ricade sia su noi stessi che sugli altri se ne sono stati protagonisti. ( vedi se sono arrabbiato con qualcuno e gli mando accidenti con l'immaginazione ).Ne consegue che se una persona genera sempre pensieri ostili di questo tipo o carichi di pessimismo e di odio non potrà che riavere indietro quegli stessi effetti che ci è “scappato” augurare oltre che subire i pensieri malevoli degli altri.
Se qualcuno è in lite con noi lui genererà pensieri negativi nei nostri confronti e noi, a
nostra volta faremo lo stesso con lui. Ovviamente un pensiero negativo o di odio non equivale ad una fattura e ne ricaveremo unicamente ( ma non è poco ) una cappa frenante di negatività che blocca ogni nostra azione, sia che essa provenga dal nostro antagonista o da noi stessi. Il male attira sempre il male ( l'uguale attrae l'uguale altro postulato esoterico ) e inevitabilmente si scivola così nelle maglie di una stretta ed inevitabile catena di sant'Antonio.
Se fossimo persone buone nell'anima non risponderemo mai con pensieri di odio ai pensieri di odio che ci vengono inviati e questo farebbe si che noi risulteremmo schermati sia dai pensieri nocivi altrui che dai nostri
stessi neri pensieri. Ma nessuno nasce santo . .
Un
ennesimo postulato esoterico antico consiglia di “perdonare” il nemico per fargli tornare indietro la cattiveria da lui emessa e per punirsi da solo ma nemmeno questo è un atteggiamento sempre possibile. Lo scatto d'ira è cosa umana anche se effettivamente non buona. Un mago si deve saper frenare visti gli effetti di questi pensieri se non vuole cadere vittima lui stesso dei suoi stessi pensieri oltre che dei pensieri non buoni generati dagli altri. Ci sono persone poi che pensano sempre male di ogni cosa e degli altri generando pensieri negativi e nocivi. Queste persone sono generatrici di pensieri che assumono col tempo una vita propria, che si solidificano in una cappa di ostacoli che ricade su loro stessi che li hanno generati e anche su coloro i quali sono stati lanciati. Praticamente ciò significa che ciò che viene augurato può ricadere sul nemico ma anche, e assai di più, su noi stessi. Viceversa generare costantemente pensieri positivi diviene per noi uno scudo efficace e capace di neutralizzare gli attacchi altrui e, dato che non abbiamo espulso alcuno odio ( di proposito o in risposta ), ci rendiamo immediatamente liberi anche dai colpi di ritorno che il nostro stesso pensiero può generare.
Quando si parla di negatività non sempre ci si riferisce infatti a quella portata dagli altri. La negatività è qualcosa che possiamo crearci da noi stessi involontariamente proprio perché essa è il frutto di errati pensieri male espressi. Se siamo pessimisti, pensiamo sempre che tutto vada a rotoli, se siamo insoddisfatti e ci lamentiamo di continuo; ecco che si genera una cappa negativa attorno a noi. Pensare è creare e a quel punto ciò che temiamo si avvicina a noi a grandi passi e nello stesso modo la nostra mente sa generare pensieri attrattivi in merito alle cose che ci piacciono e che ci rendono felici. In due parole: dobbiamo imparare a pensare correttamente mantenendo il flusso dei pensieri in modo tale che questi fluiscano da noi e a noi di rimando e possano donarci il meglio invece che recarci ostacolo. Anche desiderare ardente qualcosa e pensare di perderla è un modo per remare contro i nostri intenti e contro noi stessi. Dobbiamo imparare ad essere saldi e pensare con volontà irremovibile senza contaminare un qualsiasi pensiero attrattivo-positivo con il pessimismo. L'uomo possiede per natura questo mirabile dono ma non siamo allenati ad usarlo correttamente.
È questo che ogni buon mago o strega, deve giungere a
creare.
 
SECONDO METODO: L'ACQUA E IL SALE

Sappiamo tutti che l'acqua, fonte di vita, viene usata da secoli nell'ambito magico ( e non ) nelle cerimonie di purificazione e difesa e allo stesso modo anche il sale viene usato per un eguale motivo ( vedi i circoli di sale che si creano entro il quale il mago si racchiude durante lo svolgimento di un rituale ).
E' sempre buona regola quindi tenere in casa ( specie se si pratica ) un po di acqua benedetta e spargerla ogni tanto negli ambienti per scacciare via qualsiasi tipo di negatività che può rimanere impregnata nei muri che sappiamo avere la capacità di assorbire ogni tipo di pensiero e di emozione ( anche nostri e involontari ) che possono risultare in seguito negativi. Anche tenere nelle stanze delle ciotoline piene di sale grosso è un atto ottimo allo stesso scopo in quanto il sale ha la capacità di assorbire al pari dell'acqua. Al sale si possono aggiungere delle erbe ( in numero SEMPRE dispari ) notoriamente usate per la protezione. ( Vedi ad esempio il capitolo erbe planetarie, o GLI STRUMENTI NATURALI sotto gli strumenti della strega o nel capitolo LE ERBE che trovi in questa stessa introduzione alla Magia ). Acqua o sale che siano vanno rinnovati almeno una volta alla settimana.
È preferibile non toccare mai la ciotola che contiene questi elementi a mani nude ma utilizzare bensì dei guanti di plastica durante l'operazione di rinnovo per non “prenderne” inavvertitamente qualche residuo. La vecchia acqua o il sale grosso usati vanno gettati nella terra per far si che si neutralizzino qualora avessero assorbito del negativo. Se l'acqua poi vedete che al momento del rinnovo ha cambiato il suo colore vuol dire che . . . ha svolto egregiamente al suo compito di scudo e parafulmine. Tutto il negativo si è disciolto in essa.


BETH

Dagli insegnamenti preziosi del Conte di Saint-Germain sul "corretto pensare".

“Il pensiero, la parola, queste sono le chiavi che aprono alla sapienza , a tutto il potere del cielo e della terra.
Una volta che abbiamo appreso intimamente che siamo noi tutti esseri viventi scaturiti dalla stessa forza-Dio e che di essa ogni cosa è composta, possiamo imparare a pensare, perché pensare è creare e “tu sei come pensi nel tuo cuore”.
Bisogna meditare su questi concetti per fissarli nella nostra mente. Per attirare le cose volute sia esterne che interne a noi, dobbiamo imparare a pensare correttamente, dominare e dirigere ogni singola cellula sia del proprio che dell'altrui corpo ( che non è ne diverso ne separato da noi ) . Il nostro pensare non proviene dalla carne ma dallo spirito-Dio, dalla nostra essenza divina.
Fummo creati a sua immagine e somiglianza, siamo sue emanazioni sotto forma di carne e ne possediamo ogni singolo potere, compreso quello di creare, attraverso l'uso appropriato del pensiero e della parola. Tutto è per l'uomo come egli pensa e crede che sia, si giunga quindi a rendere il pensiero potente sino a creare tutto ciò che si desidera. Generare un'idea, concentrare il pensiero unicamente su di essa, innescare il desiderio di portare a manifestazione esterna quell'idea. A seconda della precisione con cui la mente afferra l'immagine dell'idea ( pensare per immagini ) e nella misura in cui l'idea possiede personalità, procede nell'opera sua il potere creativo sotto l'impulso del desiderio e fa questo coinvolgendo la mente a pensare o immaginare, a creare forme mentali e subito, l'idea, comincia a realizzarsi, prima dirigendo e dominando la coscienza e tutte le attività della mente e del corpo e poi di tutte le menti e tutti i corpi che sono in relazione con essa e poi attraendo, guidando, modellando le cose e gli eventi in modo che l'idea possa avere definita e tangibile manifestazione. Questo è il processo di ogni vero pensare e quindi della creazione. Con il pensiero si ha il dominio su tutti i regni della terra. Le cellule invisibili di tutta la materia su cui si concentrano la TUA volontà e la TUA attenzione, iniziano ad obbedire e ad agire a seconda dell'immagine e dei piani che TU hai preparati pensandoli. Accompagna a ciò la parola che è il simbolo di un'idea, essa rappresenta, esprime e da corpo fisico a un'idea. Se sei capace di scorgere l'idea dietro il simbolo tu al fine conoscerai l'anima delle cose.








corvo nero













E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index Builder Web ©BETH

Magia - magia bianca - magia rossa - magia delle candele - magia degli incensi - introduzione alla magia - magia nera - wicca - occulto - libri di magia - esoterismo - streghe - strega - mago - pentacoli -formule magiche - come diventare una strega - come diventare mago