Prosegui con: Le pietre magiche Pietre curative La pulizia dei cristalli I colori I profumi magici
Le Pietre Curative, indicazioni tratte da uno scritto di O. Pegaso

Le pietre vengono usate per la cura di molte malattie e affezioni da tantii secoli.
Non si deve però per questo, se si decide di raccogliere queste informazioni, escludere il parere del medico per giungere alle cure più appropriate ad ogni singolo caso, composte da farmaci e rimedi ma, bensì, è consigliabile associare le virtù delle pietre e i loro benefici influssi, che esse esercitano sul nostro equilibrio fisico, alle cure qualificate del medico di nostra fiducia allo scopo di rafforzarne gli effetti.
Qui riportiamo delle indicazioni che possono risultare utili a tale scopo e dato che le pietre sono belle e apportano buon umore anche solo indossarle sotto forma di ciondoli o anelli, vediamo che l'aggiunta di questi monili alla cura diviene un qualcosa di positivo e utile allo spirito che, come si sa, è un elemento da non trascurare mai nei momenti in cui si ha un problema a livello fisico. Se siamo stanchi, spossati, stressati a causa di una malattia le pietre ci vengono in contro e le loro potenzialità nascoste che si irradiano sia sul nostro fisico e sulla nostra psiche. L'autosuggestione è in fine un elemento anche esso assai curativo. Se ci si abbatte in presenza di un problema quel problema assume proporzioni sempre più gigantesche alla nostra coscienza e ci mettiamo nella posizione di non poterlo più affrontare, aldilà della sua gravità effettiva. Per questo "rallegrarsi" con la presenza di una pietra può essere un elemento utile da adottare e non trascurare.
Le pietre nascono nel ventre della terra e ne trattengono tutta la forza e tutte le vibrazioni che possiamo assorbire indossandole.


Prendete queste come indicazioni che ci giungono dal passato e che possiedono un sapore decisamente medievale con tutto ciò che comporta, come delle curiosità curative e magiche ma che, comunque sia, male non fanno. Della serie non ci credo ma ci posso provare. Le pietre in questo caso sono viste e considerate come dei veri e propri talismani.

L'occhio di gatto aiuta nell'angina e nell'asma
Il corallo aiuta in caso di ascesso.
Per l'asma si può portare anche un topazio
Antichi testi riportano che in caso di crisi di apoplessia sono indicati i lapislazzuli
Per l'avvelenamento è utile l'ambra e le croci a T
Per evitare le crisi di nervi portare anelli d'argento, del corallo, il giaietto o le croci a forma di T
Per la dentizione si usava l'ambra e il corallo
Per i disturbi di digestione ancora corallo, ambra o pietra sanguigna.
Per i dolori indossare la sardonica
Nell'eczema facciale può aiutare l'ambra e la croce a T
Per le emorragie la pietra sanguigna o la sardonica
Per le epistassi i nodi e tutte le pietre di colore rosso
Per la febbre l'agata, il granato o lo zircone
Per le febbri intermittenti il crisolite, la pietra sanguigna e la sardonica
Per le ferite l'agata e l'ematite
Per la gotta il topazio
Per il gozzo l'ambra
Per l'idropisia il cristallo, la selenite o lo zircone
Contro gli incubi la crisolite
Per l'isterismo l'ametista
Per le malattie degli occhi l'agata, lo smeraldo, lo zaffiro
Per le malattie dei bambini l'ambra, l'argento, il corallo o l'occhio di gatto
Per le malattie dello stomaco l'acquamarina, l'ambra, il berillo, il corallo o lo zircone
Per le malattie dei reni si porti dei centesimi in tasca
Contro le malattie infettive l'ambra o un pezzo di carbone o una punta di freccia
Per le malattie nervose l'ametista o l'occhio di gatto
Per il mal di denti l'acquamarina o l'ambra
Per il mal di gola l'acquamarina, il berillo, il carbone o l'occhio di gatto
Per il mal di mare un monile con berillo
Per il mal di testa il turchese
Per i morsi una croce
Per morsi di serpente l'agata, la croce a T, l'nice e lo smeraldo
Per le perdite di memoria lo smeraldo
Per la pertosse il corallo
Per i reumatismi la malachite e la sardonica
Per gli svenimenti lo smeraldo

ametista
Ametista
ematite
Ematite
giaietto
Giaietto
lapislazzuli
Lapislazzuli

Acquamarina
ambra
Ambraa