scriptorium scriptorium bethelux


La ascolto  La guardo, mi alzo la guardo
E’ solo una dea.. cosa può fare?
Se non infrangere le tue sicurezze.
Una dea nera, malvagia ma così simile a te…
occhi tristi, di una tristezza vissuta,
superiori in ogni loro sfumatura..
Terribile il suo sguardo.. di quelli che sbrecciano direttamente
tagliandoti gli occhi..  distruggendoti i pensieri.. 
fino a infilarsi in un cuore straziato  bloccandone il suo corso, fermandone il battito, togliendoti il respiro, quel sottile refluo che ancora ti tiene legato alla vita e…  lentamente cadi a terra umilmente in ginocchio,paura fuggire, nascondersi fuggire, cosa ho fatto, Cosa mi succede?
Sto tremando sto tremando.  Sono veramente io questo?
Spezzato straziato razziato anche delle mie già labili certezze,
e così affondo affondo, ritorno alla terra,  la terra.. nera sporca
lerciata da quei luridi esseri umani … è come me, è come una madre,
mi abbraccia con la sua immensità.
Sono così vicino a lei, quasi le parlo, la ascolto, mi rafforza,
mi da coraggio, la sento… mi parla "ma è veramente una dea?"
Rifletto, ci penso. No, Ha ragione.
È semplicemente una donna.
Come può fare questo? La ascolto.
La guardo. Mi alzo
Vladimir




Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index