scriptorium scriptorium bethelux













VENTO

E soffia forte il vento
sotto le vostre porte

Con forza penetrante
da adito alla morte

Scansati dallo spiraglio,
questo vento č mio

E' uscito per sbaglio
o č un dono di Dio

Nel tuo letto mentre dormi
spirerą con furore

In un attimo quel vento
Cancellerą il tuo torpore

Scansati dallo spiraglio,
questo vento č mio

E' uscito per sbaglio
o č un dono di Dio.

Inizia e squote i rami
di un mondo tutto a se
e vede tante fami
e non si domanda perchč

In fondo alla tua anima
esplode il vento duro
non si arrende mai
fino a ridurti al muro

Scansati dallo spiraglio
Questo vento č mio

Forse č uscito per sbaglio
Forse č un dono di Dio

Tra le capanne
abbandonate al Nord
Il suo colore grigio propaga
e respira nei pertugi
chi č in colpa gliela paga

E non pensare mai
che sia un vento breve
Che sciolga un giorno i lacci
come fosse neve

Scansati dallo spiraglio
questo vento č mio

Forse č uscito per sbaglio
forse č un dono di Dio

E questo vento soffia
e ti attraversa il corpo
non ti abbandona mai
nemmeno se sei morto

Tu navighi in un acqua
tranquilla in apparenza
ma il vento mio malvagio
la scuote con potenza

Scansati dallo spiraglio
questo vento č mio
E' uscito per sbaglio
O č un dono di Dio

La porta abbandonata
spalanca la sua bocca
si lascia penetrare
dal vento che la tocca

E nella vecchia casa
lui tutto porta via
qualcosa di immortale
che č quasi una magia

lo fa spirare sempre
tra macchie sterpi e rovi
tra alti grattacieli
e ovunque tu ti trovi

Ma scansati dallo spiraglio
questo vento č mio
forse č uscito per sbaglio
forse č un dono di Dio.

Se pensi che quest'aria
Non sia nel tuo destino
Se pensi che il mio vento
Non ti sarą vicino

Commetti un grosso errore
perchč la sorte avversa
farą di te salvatore
il vento che ti attraversa

Si perde nelle valli
e canta versi strani
nel sol tra raggi gialli
puoi averlo tra le mani

Ma scansati dallo spiraglio
questo vento č mio
e' uscito per sbaglio
o č un dono di Dio

e correrą sul mare
e su case distrutte
e tu non puoi scampare
le percorrerai tutte

il fungo nucleare

tra poco s'avvicina
e il fiato della morte
adesso si incammina

ma cogli in questo vento
che č forse salvatore
il soffio ascolta attento
č voce del Signore

Scansati dallo spiraglio
questo vento č mio
forse č nato per sbaglio
forse č un dono di Dio.

GEA

 





Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index