vampiro
vampiro



vampire scenary




TORNA AD ARGOMENTI E MISTERI

cimitero vampirico
IL VAMPIRO DELLA VALLE DEI MORTI, A SIENA

A Siena, dal medioevo sino a buona parte dell'800, c'era una valle chiamata “la valle della morte” perché veniva percorsa a piedi dai condannati a morte mediante impiccagione. Passavano da Via dei Malcontenti sino al Poggio delle Forche, dove poi li venivano giustiziati e i loro corpi gettati nel cosiddetto “carnaio degli impiccati”, una fossa comune sotterranea che ospitava anche i cadaveri degli ammalati. Si diceva che in quel luogo si trovasse anche un vampiro che vi si nascondeva di giorno e che poi, quando calavano le tenebre, usciva dal suo nascondiglio per aggredire le sue numerose vittime.
La sete del vampiro sembrava non placarsi mai e iniziò così una vera e propria caccia al vampiro in quei luoghi desolati e tetri. In molti si armarono di paletti per cercare il rifugio  dove il vampiro si poteva nascondere ma nessuno vi riuscì.
Da tempo il vampiro seminava il terrore e in varie occasioni fu visto aggirarsi per quelle vie, lui era troppo astuto e la faceva sempre franca. C'era chi giurava di averlo visto mentre si trasformava in un pipistrello e sotto queste sembianze se ne volava via indisturbato nella notte. Qualcuno invece lo aveva visto come fosse il fantasma di un uomo decapitato anni prima in quella tetra valle. Il fatto avvenne alla presenza di Santa Caterina ed è riportato dalla storia oltre che immortalato in un affresco custodito nella Basilica di San Domenico.
La decapitazione dell'uomo era avvenuta veramente ma che poi il suo corpo si fosse trasformato in vampiro nella fossa bè, questo nessuno può affermarlo con certezza.
Forse c'era un assassino seriale ( come si è abituati a dire oggi ) che nottetempo andava alla ricerca delle sue vittime per ucciderle e dissanguarle e da qui è nata la leggenda del vampiro assetato di sangue. Però è sempre meglio dubitare piuttosto che essere super sicuri quando stiamo parlando di vampiri o di altre creature del popolo della notte.
Spesso si possono avere delle inaspettate sorprese.


affresco della decapitazione
Affresco nella Basilica di San Domenico
Santa Caterina
Santa Caterina