30 aprile la grande notte di Walpurga - 1/4 Maggio - Beltane - Calendimaggio

PREGHIERA AL DIO BEL
 
Bel, dio luminoso, per te alti brillano i fuochi, per te, che reggi forza vitale e trovi risposte anche quando rimangono le domande prigioniere
strette in spirali di intenzione. Rimuoverai se lo vuoi il dolore dai corpi stremati:
è il tuo potere onda benigna. Si erigano per Bel lapidi votive: là sciameremo in cerca di rifugio quando si oscuri il cielo profanato.
( Fryda Rota )


Beltane significa "splendente" o "fuoco brillante" ed e' la festa dedicata al Dio BEl
che molti accomunano con il drago o con il DIO CERNUNNO.

strega di Bel
La Chiesa Cattolica, come abbiamo visto in altre pagine, si è appropriata, nel corso dei secoli, di varie usanze pagane o semplicemente ha inserito le sue festività in momenti dell'anno già 'occupati' dai festeggiamenti del popolo pensando in questo modo di scalzare qualsiasi altro culto legato alla terra e alla cultura contadina.
In realtà questa manovra non ha concretizzato i risultati sperati ma ha bensì aperto la strada ad una 'fusione' fra i due culti, creando un 'ibrido' a metà tra la cristianità e le credenze antiche ormai da troppo radicate nella mente delle genti. Questo è accaduto per la Natività del Cristo, collocata nel periodo del solstizio d'inverno, la notte del solstizio d'estate conosciuta come la notte di San Giovanni, il 31 ottobre festa del grande sabbat di Halloween seguito da Samhain il primo novembre (divenuto il giorno dei santi) e il 2 novembre (festa degli antichi spiriti divenuto il giorno dei morti) per fare solo alcuni esempi. Con La notte di Walpurga questo non è accaduto.
Non è stata sovrapposta a nessuna importante celebrazione cattolica e forse è  per questo che è bollata come una festa satanica. In realtà questa è una festa che riveste anche una grande importanza per i suoi concetti di rinnovamento e prosperità. La terra è fecondandata e i suoi frutti si raccoglieranno nell'estate.
Questa è quindi una festa di gioia e di fertilità, fecondazione e concepimento. Nel rispetto della legge degli opposti questa è la notte in cui i malefici hanno una grande potenza ma è anche, per controparte, la notte in cui si può assorbire potere per rigenerarsi, per mettere in atto incantesimi positivi di purificazione, per togliere malocchio, fatture, negatività e per effettuare esorcismi di difesa e disgregazione di ostacoli e problemi anche di ogni giorno.
La notte che va dal 30 Aprile al primo Maggio è quindi una notte terribile, potente ma positiva, in cui le tenere forze primaverili fronteggiano l'ultimo attacco alle restanti forze invernali che incarnano il male sotto ogni sua forma e lo vincono. (La lotta tra l'imminente estate e gli ultimi freddi invernali; come dire lotta tra il bene e il male). Le celebrazioni di questa notte risalgono a moltissimi anni prima del Cristianesimo e nascono dal terrore dei contadini che in questo periodo, avendo terminato le scorte nei granai e preparato la terra per il nuovo raccolto, dovevano affrontare gli ultimi freddi e la fame ricorrendo al sacrificio della caccia o all'uccisione degli animali nelle stalle e nei cortili per sopravvivere. In questa notte si celebrava madre natura per assicurarsi la sua protezione sulla terra e sulle pianticelle appena nate e per propiziarne la benevolenza per far si che le ultime gelate e gli ultimi sussulti di mal tempo, mandati dalle  forze malefiche, non possano riuscire a distruggere i teneri germogli importanti per il prossimo raccolto.
Per esorcizzare queste forze malefiche negative era abitudine praticare svariati riti per costringere i demoni alla fuga. Per questo nella notte nascevano numerosi falò, si effettuavano cerimonie con l'aiuto delle potenti forze della natura guidabili con la concentrazione e il pensiero degli officianti. Si bruciavano fantocci simbolici con i quali si dava fuoco al male in essi impersonificato. Ancora oggi queste tradizioni sono vive e si esprimono con gli stessi falò di un tempo, o con l'accensione di piccoli fuochi simbolici in piccoli contenitori di rame o ancora con l'accensione di miscele di incensi particolari e candele all'interno di cerimonie esorcistiche e propiziatorie per il benessere. Dopo questa magica e oscura notte arrivano le luci dell'alba del giorno successivo, il primo maggio, che  giungono a fugare ogni paura, ogni demone o strega nera con tutto il loro bagaglio negativo. Le potenze positive proclamano la loro vittoria sul male. Il primo maggio era ed è quindi un giorno di GRANDI festeggiamenti, in cui si può passeggiare nelle campagne, per i boschi, danzare, RINGRAZIARE LE FORZE DELLA NATURA TANTO CARE ALLE STREGHE e astenersi dal lavoro. Da qui la festa odierna dei lavoratori.





sabba
LE PRATICHE PER BELTANE

Si eseguono cerimonie per la prosperità sul lavoro e riti per la fecondità della terra. Si bruciano alla fiamma di una candela marrone dei piccoli pezzetti di carta su cui abbiamo scritto ciò che si vuole eliminare, il male, le difficoltà o i propri lati negativi. Si prepara un sacchetto talismanico da portare sempre appresso. VEDI IL CAPITOLO PRATICHE MAGICHE e anche la consacrazione di oggetti vari allo scopo di caricarli per protezione o attrazione alla pagina dedicata alla festività di IMBOLC.
Si faccia quindi gran festa con banchetti, gite in campagna assieme alle persone a voi più care.
Beltane significa splendente, fuoco brillante, ed e' la festa dedicata al Dio BEL, che molti accomunano con il DIO CERNUNNO, il Dio dell'amore. Il Dio muore e rinasce come figlio della natura dopo che esso l'ha fecondata. Questa è la festa della fecondità della terra, dell'amore, della purificazione fisica e interiore. La terra  rinasce e con lei anche noi ci rigeneriamo con lo sguardo rivolto all'imminente sole estivo. Si festeggia con balli e danze nelle campagne, aprendo il nostro spirito alla forza che torna e ci circonda, con passeggiate a contatto con la natura. Nella notte del primo Maggio si saltano i fuochi ardenti (o piccoli braceri simbolici) che segnano il passaggio e la vittoria del bene sul male. Risorgiamo come uomini con il nostro corpo rinnovato e con la nostra mente piu' limpida. 
Oggi possiamo godere dei piaceri della carne con il nostro compagno o compagna, sapendo che questo atto compiuto in questo giorno di festa ci porterà piaceri e vittorie future. I simboli del calendimaggio sono la Croce di S.Andrea o Croce decussata a forma di X che simbologia dell'unione tra il cielo e la terra e il cui centro e' rappresentato dall'uomo, (S.Andrea fu inchiodato a questa croce a X e l'albero è anche'esso simbolo di unione tra cio' che si quaggiù e ciò che si trova lassù.
Con il simbolo delle radici radicate a terra e le fronde spinte in alto verso il cielo). Fin dai tempi antichi in questo giorno venivano alzati i pali della cuccagna, simboli fallici al cui vertice venivano poste mercanzie che, il primo ardimentoso che riusciva ad arrivare alla loro vetta, aveva il diritto di portarsi a casa.
In questi che sono i giorni dedicati alla natura e alla sua rifioritura, è uso rinnovare il proprio giardino o il proprio balcone con fiori nuovi e curare i vecchi che presto riprenderanno vigore nella nuova stagione.


LE PRATICHE PER WALPURGA

Eseguire cerimonie di purificazione ed esorcismo e accendere piccoli fuochi propiziatori in contenitori di rame su cui passare la lama di un coltello che andrà successivamente legato alla sponda del letto con la lama rivolta in alto. Ogni cosa negativa che si sprigiona in questa notte rimarrà infilata sulla lama del coltello e nulla vi nuocerà durante il sonno. Al mattino buttate via il coltello con tutto il suo bagaglio di negatività.
Questa è anche una notte dalla quale assorbire una grande scorta di forza rigeneratrice a livello fisico e mentale, da mettere da parte per futuri incantesimi. Si accenda una candela bianca e dei grani dell'incenso detto OLIBANO. Restare in silenzio a meditare rilassati e poi spargere sale grosso marino sull'uscio di casa. Questo sale andrà poi disperso in acqua corrente. Con altro sale farsi un bagno purificatorio e rigenerante.









 







Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index