whaley house casa museo infestata dai fantasmi
whaley family













TORNA AD ARGOMENTI E MISTERI

whaley antica
WHALEY HOUSE - LA CASA DEI FANTASMI DAI GRANDI OCCHI

Si dice che la Whaley House, ubicata a San Diego, sia una casa infestata dai fantasmi.
Persino il dipartimento del commercio degli Stati Uniti si è scomodato, nel 1960, per dichiararla ufficialmente una abitazione infestata dai fantasmi.
Quello che è certo è che la sua non è una storia che si può definire tanto “allegra” dato che le cronache riportano alcuni fatti luttuosi ancora oggi non tutti chiariti: omicidi, suicidi, morti sospette . . ma, ci domandiamo, basta questo per parlare di casa infestata?
In quale casa non muoiono persone? C'è però da dire che qui qualcuno è morto anche prima della sua edificazione essendo stata costruita su di un terreno ove venivano giustiziati, a mezzo impiccagione, i delinquenti del tempo e parliamo del 1800, il periodo chiamato e conosciuto come vecchio Far West. C'è chi dice che la casa si trovi proprio sopra il vecchio cimitero adiacente al campo per le impiccagioni dove sorgeva anche un tribunale penale. Il luogo era già di per se e in partenza assai poco promettente in quanto, la disperazione e la sofferenza dei condannati a morte, vi aveva preso per primi stabile dimora.
La casa fu costruita dalla famiglia Whaley nel 1857 che era giunta in California nel 1849 durante la corsa all'oro ed edificarono questa splendida dimora arredandola in un raffinato stile vittoriano. La proprietaria, Miss Whaley, fu uccisa ancor prima che la casa fosse terminata e una volta conclusi i lavori li si suicidò anche la figlia minore che si chiamava Violet. Ma questo è solo l'inizio delle varie vicende luttuose accadute alla famiglia Whaley. Vi fu un incendio doloso che distrusse la loro attività, un forte terremoto e la morte, avvenuta a soli 18 mesi, di uno dei figli minori. La famiglia un tempo numerosa si era tristemente ridotta nel giro di pochi anni e la casa fu abbandonata e lasciata in rovina fino alla fine del 1909 quando uno dei figli superstiti tornò a prenderne possesso per farne una attrazione turistica in quanto abitazione storica. In seguito fu la sorella Lillian a continuare ad abitare da sola nella casa fino alla sua morte avvenuta nel 1953.
La casa fu quindi di nuovo abbandonata e successivamente trasformata nel museo ancora oggi visitabile. Moltissime persone giurano di aver visto e sentito la presenza di spiriti tra quelle vecchie mura, le voci dei membri della sfortunata famiglia Whaley e, in particolare, giurano di aver visto lo spettro del triste quanto ( ai suoi tempi ) “famigerato” Yankee Jim Robinson che in quel luogo era morto condannato per impiccagione come presunto assassino di Miss Whaley. Le testimonianze parlano di intensi profumi che aleggiano e si propagano nelle stanze, strani spostamenti d'aria, ombre, figure femminili in abiti ottocenteschi che stazionano in cima alle scale e parlano della materializzazione del fantasma di un impiccato che si manifesta nel luogo con ancora il cappio legato ala collo.

whaley house La storia della casa è veramente raccapricciante e triste e spesso chi muore di morte violenta torna a manifestarsi nei luoghi dove è vissuto e morto ma questa non è sempre una regola.
Chi volesse partire alla volta di Whaley House o di qualsiasi altro luogo considerato infestato da fantasmi per percepirne le presenze, deve sapere che può anche rimanere deluso.
I fantasmi ( non parliamo del frutto di suggestioni o immaginazioni scatenate da atmosfere tetre ) non compaiono mai così tanto facilmente specie poi se il luogo è divenuto
“commerciale” con il tempo e sfrutta una brutta storia con l'intenzione di attirare visitatori a pagamento.
Quando si riesce a vedere o sentire delle presenze è sempre e solo perché loro stesse lo vogliono ed hanno una buona motivazione per farlo. Non si mettono mai in mostra per dare "spettacolo" Si deve quindi scartare sempre ogni impressione errata dettata dalla mente umana di per se piuttosto suggestionabile. Mai cadere subito in facili conclusioni.

Prima di diventare un museo Whaley House fu abitata da una delle proprietarie, Lillian, che li era tornata ad abitare da sola sino al 1953 data della sua morte, questa volta avvenuta per cause del tutto naturali. I fantasmi hanno in vero di questi comportamenti, se ve ne sono, Se gli stai per così dire "simpatico" permettono ad alcune persone ancora in vita di convivere assieme a loro e si possono sentire rumori, profumi, presenze, ma essi non nuocciono mai a chi divide con loro lo stesso spazio. Strano ma vero.
Della vicenta è stato persino tratto un film che forse si trova ancora in qualche cineteca ma immaginiamo però, non avendo visto la pellicola, che i fatti siano stati trattati solo alla stregua del solito film horror di case infestate.


BETH