title alchemy

div
Prosegui con:
LE 4 FASI
ALCUNE SIMBOLOGIE
LA PIETRA FILOSOFALE
TRASMUTAZIONI FAMOSE
HERMES TRISMEGISTUS
LA PORTA ERMETICA
IMMAGINI ALCHEMICHE

div



"Ciò che sta in alto è come ciò che sta in basso, ciò che sta in basso è come ciò che sta in alto."
ERMETE TRISMEGISTO

In altre parole tutto ciò che ha il macrocosmo anche nel microcosmo "uomo" lo possiamo trovare. Poichè nell'Universo Solfo, Mercurio e Sale rappresentano il cosidetto TRIMUNDIO, il Trimundio si manifesta anche nell'uomo.
Nell'anima l'uomo porta una forza solare, nello spirito la forza mercuriale ( o Lunare ), mentre nel corpo troviamo la fissità del sale. Lo spirito funge da intermediario tra il corporeo e l'incorporeo, nell'anima l'uomo porta la potenza del sole, dell'oro, Centro di stabilità spirituale che dà luogo all'ESSERE individuato mentre il corpo viene definito impuro o misto.



V.I.T.R.I.O.L.V.M.
o
V. I. T. R. I. 0. L.
( in altri testi )
Il simbolismo racchiuso in questa formula della Grande Opera tratto della tradizione occulta alchemica ed ermetica è emblematico, vi si trovano sintetizzati i concetti e le operazioni che l'adepto deve compiere per addivenire alla trasformazione del suo essere ed avere modo di oltrepassare la porta stretta che conduce all'illuminazione.

( Vedi Pietra Filosofale )



gargoyle guardian alchemy


Alcune simbologie


Dal caos fu tratto l'ordine. Il caos, il crogiuolo che racchiude tutte le potenzialità dell'esistenza, la non manifestazione, il principio non in atto, la possibilità potenziale non espressa, l'UROBOROS che attacca se stesso e si divora. La Tradizione alchemica  attribuisce moltissimi nomi al caos: Notte, Indifferenziata, Veleno, Aceto filosofale, Materia prima, Abisso, Madre, Solvente universale. Da questo scaturisce l'incesto filosofale che genera l'UNO, manifesto a sè stesso.

alambicco

Egli è l'AUTOGENO, generatore di sè stesso. Il segno designato dagli alchimisti a simboleggiare il Caos, il Tutto, è il cerchio per indicare l'UNO manifesto. Tale segno indica anche la perfetta UNITA’ tra l'UNO e il TUTTO. Nel momento in cui l'Uno, potenzialmente contenuto nel Tutto, prevarica il Tutto e si manifesta, nella natura del Caos si determinano due "poli" o principi di opposte tendenze: uno avrà carattere di fissità, di stabilità e verrà indicato con il geroglifico del Sole , l'altro si distinguerà per mutevolezza e gli corrisponderà il simbolo femminile della Luna . In questa Opera che si inizia distinguono le 4 diverse fasi operative già descritte. La fase del NERO detta anche putrefazione; la fase del BIANCO, quella del ROSSO e infine la fase AUREA che vive nel divino mondo di quella cosciente realizzazione dell'Essere chiamata dai Greci "en to pan".
Dicevano gli alchimisti:
"Dopo la semina nel corpo della Terra, durante il NERO inverno, succede la BIANCA primavera, la ROSSA estate e l'AUREO autunno nel quale il frutto è maturo e può essere colto". 
Dunque il Serpente UROBOROS si sdoppia e si oppone a se stesso. E' la binarietà di ciò che si è reso avversario ed alleato a sè medesimo.
viene arricchito di un punto centrale


alchemy
LUNA- argento
fluido femminile bianco
instabilità - volatile
energia delle trasformazioni
alchinia
SOLE - l' EN TO PAN.
Uno in Tutto  dei greci - maschile
arsenico - fuoco - oro rosso
nitro stabilità - fisso
l'IO dell'Uom

L'Acqua è collegata all'instabilità, alla simbologia Femminile ed è espressa con questo segno. Il suo contrario, cioè la FISSITA’, la STABILITA’, il DURATURO e il REALE viene espresso con il segno , principio del Fuoco ascendente, assimilabile al Sole e all'elemento Maschile.
Il segno, considerato Ferriminile, unito a quello del Fuoco Maschile, produce un risultato che può essere definito come il segno che rappresenta l'unione degli oppostiil cosìddetto Sigillo di Salomone.
Considerando ancora i due principi come femmina e maschio, è possibile un'analogia interessante con altri due regni e cioè: = e = .
L'orizzontale femminile unita con la verticale maschile porta alla generazione di un nuovo segno, risultato dalla congiunzione dei due: la Croce.
l'ideogramma del Sale nasce dall'unione del regno della Materia prima indifferenziata con la orizzontale femminile corporeo, di ciò che è imprigionato, il cadavere ermetico cioè l'umana prigione: il corpo umano, creatura terrena. Il quaternario si  completa con i simboli TERRAeARIAgeneratrice della "Croce degli Elementi" il cui punto di intersezione ( unione dei quattro Elementi ) a sua volta genera la Quintessenza, il principio di Vita.
il cui insieme suggerisce il senso di ciò che è



Nella tradizione alchemica la crocenon viene quasi mai rappresentata da sola ma bensì associata ad altri simboli per conferire loro dei significati specifici come ad esempio associandolo al simbolo del fuocodà origine al simbolo dello zolfovincolato dagli elementi del quaternario terrestre e quindi ancora profondamente impuro.
Lo stesso dicasi per il simbolo del Mercurio Terrestre dove i quattro Elementi generati dall'indifferenziato Tutto che giacciono ancora sotto il dominio della Luna principio instabile del divenire rappresentato con l'immagine:





Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index Builder Web ©BETH