linea alta

Prosegui con:
La Porta Ermetica
Le 4 fasi
Alcune simbologie
La Pietra Filosofale
Trasmutazioni famose
Hermes Trismegistus
Immagini alchemiche
INTRODUZIONE ALL'ALCHIMIA

basso linea
Trasmutazioni famose

Queste qui elencate sono solo alcune delle trasmutazioni più famose elaborate dagli Alchimisti con la loro opera profonda, applicata, in questo caso, nella materia e sulla materia: una delle applicazioni alchemiche legate strettamente alla pratica e alla sperimentazione attiva. L'alchimia è però una dottrina "doppia". 2 come la regola del Binario, 2 come "l'alto e come il basso basso", 2 come il macrocosmo e il micocrocosmo. La trasmutazione più importante però, resta quella associata all'uomo. Trasmutando se stessi si sarebbero infatti messi nella condizione di trasformare il metallo vile in oro puro, lo stesso procedimento che poi è perseguito dal mago che decide di iniziare un cammino verso la Vera Arte Magica per creare ciò che ancora non esiste nella vita. Dopo la riscoperta di se il mago può infatti e a tutti gli effetti praticare la magia con profitto, cosa impossibile per l'uomo che resta ancorato alla sola effimera materia, alla parte caduca di sè. L'uomo, così come è, con tutte le sue limitazioni e le sue paure, non può praticare correttamente ma deve per prima cosa cambiare le sue abitudini, il suo stile di vita e la visione che possiede di ogni cosa relativa all'esistenza. Così facendo il mago risveglia in se quel potere comunemente chiamato "magico" che gli permette di compiere ogni cosa desiderata senza più limitazioni, anche quello che l'uomo considera erroneamente IMPOSSIBILE.
Da qui la necessità di una auto iniziazione ( presa di coscienza ) e di un percorso interiore di formazione che possa condurlo verso la completa padronanza e governo di sè e verso la possibilità di sfruttare a pieno ogni suo "potere" che possiede in modo naturale sin dalla nascita ma che rimane oppresso e inespresso sotto un cumulo di errati preconcetti ed errate visioni. Per questo l'alchimia è molto utile al Mago, l'alchimia interiore. Tutto si trova nell'uomo, ben poco al di fuori di se stesso a patto che l'uomo impari a conoscersi e a riconoscere ed utilizzare saggiamente le inesauribili risorse che la sua natura gli mette a disposizione. Il segreto della formula del V.I.T.R.I.O.L.U.M, l'oggetto della Grande Opera dei Filosofi è proprio questo. Ciascuno di noi reca in se stesso la Pietra dei saggi, vera medicina, in grado di compiere ogni cosa.

L'alchimia era una filosofia che spiegava razionalmente la metamorfosi della materia.
La trasmutazione ritenuta possibile da Berthelot e figuier (autorità in fatto di alchimia medioevale) fu dimostrata realtà dalla signora Curie che pubblicò i suoi lavori alla fine del XIX secolo.
Oggi sappiamo che non solo si può trasmutare una sostanza in un'altra ma che attraverso le operazioni chimiche si riesce anche a produrre nuovi metalli. Si è cosi' avverato il sogno degli adepti vecchio di 17 secoli che anche se (forse) non riuscirono a scoprire quello di cui andavano in cerca, effettivamente incapparono in ritrovati imprevisti che condussero ad una serie di importanti scoperte chimiche.

Eccone alcune fra le più note:
Alberto Magno (1193-1280) preparò la potassa caustica e fu il primo a descrivere lacomposizione del cinabro, della cerussa e del minio.
Raimondo Lullo (1235-1315) ottenne il bicarbonato di potassio.
Basile Valentine (XVI) scoprì l'etere solforico e l'acido cloridico.
Teofrasto Paracelso (1493-1541) descrisse per primo lo zinco fino allora sconosciuto, ed introdusse in medicina l'uso dei composti chimici.
Jean Baptiste Van Helmont (1577-1644) riconobbe l'esistenza dei gas.
Johann Rudolf Glauber (1604-1668) scoprì il solfato di sodio, il famoso sale di Glauber che credette essere la pietra filosofale.
Brandt (morto nel 1692) cittadino d'Amburgo, è ritenuto lo scopritore del fosforo.
Giambattista Della Porta (1541-1615) preparò l'ossido di stagno.
Johann Friedrich Boetticher (1682-1596) scoprì l'acido benzoico.
Questi pochi esempi bastano a dimostrare come le ricerche degli alchimisti, per quanto non dirette da principi scientifici, ( o forse si? ) fossero utili per l'intera umanità.

vitriol



E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index Builder Web ©BETH