Prosegui con:
I 4 ELEMENTI NELLA VITA QUOTIDIANA
EQUIIBRARE GLI ELEMENTI DENTRO DI NOI
AKASHA, IL PRIMO ELEMENTO INVISIBILE
TORNA A VEDERE LE CORRISPONDENZE


AKASHA, IL PRIMO ELEMENTO INVISIBILE

Quando esegui un lavoro magico poni sul tuo tavolo ( come il mago dei tarocchi ) i tuoi strumenti che sono, in realtà, i simboli associati ai 4 Elementi. Usa le candele per indicare il fuoco; brucia dell'incenso puro ( olibano maschio ) o una mistura di erbe che posseggono le vibrazioni giuste a "spingere" il tuo desiderio; riempi un calice con acqua fresca meglio se non presa dalle tubazioni di casa ( es: ruscello, acqua di fonte ecc ), che sia quindi acqua che sgorga direttamente dalla Madre Terra.
Per indicare l'elemento terra usa del sale grosso o, ancora meglio, una moneta di minimo valore con cui "pagherai" gli spiriti affinchè possano ascoltarti con benevolenza.
Dare e avere, questa è una regola. Loro ci affiancano e rafforzano il nostro rito e noi li ripaghiamo con gratitudine, ringraziamenti e monetine che andranno poi disperse con i resti del rito.
I 4 elementi si trovano in ogni cosa perchè al momento della creazione dell'universo essi erano presenti. Se vogliamo anche noi creare una qualsiasi cosa con il nostro rito dobbiamo usare le basi della creazione e ripeterla. Ascolta le parole della strega, alleati con le forze presenti in natura e avrai il potere di creare.
IL FUOCO CORRISPONDE ALLE CANDELE CHE ARDONO
L'ARIA CORRISPONDE ALL'INCENSO CHE EMANA FUMI PROFUMATI
L'ACQUA CORRISPONDE ALL'ACQUA DI FONTE ( O NOEMALE )
LA TERRA CORRISPONDE AL SALE O AD UNA MONETA

L'AKASCHA ( o Etere ) corrisponde al al colore BIANCO
TUTTE LE DIREZIONI E NESSUNA; IL CENTRO DELL'UNIVERSO.
CORRISPONDE AL CERVELLO AL PENSIERO FECONDO E ALL'AURA. Al re dorrmiente.

L'Akasha è il primo elemento ed è totalmente diverso dagli altri 4.
Per una strega questo elemento è molto importante ed è con questo che è possibile trasformare tutto. E' la matrice da cui hanno origine tutti gli altri elementi, il nucleo nel quale attingiamo il potere. Conosciuto anche come "etere" l'Akasha è la sostanza dell'intero universo e senza di essa i suoi piani, fisico e spirituale, cesserebbero di esistere.

Lavorare con un elemento che non si può ne vedere ne toccare può sembrare in principio una cosa atratta e difficile. Ma non è così.
Basta un po di esercizio e di pratica. Per avvicinarsi all'Akasha ed utilizzarla a nostro vantaggio basta seguire i seguenti brevi punti:

  • LASCIATE VAGARE LA MENTE E FATE ATTENZIONE ALLA STRUTTURA DEI  PENSIERI CERCANDO DI RICORDARLI E DI SOFFERMARVI SULL'ORDINE IN CUI SONO APPARSI NELLA VOSTRA MENTE.
    RIPETERE PER DUE SETTIMANE.
  • CONCENTRATEVI SU UN UNICO PENSIERO PER TRE MINUTI EDUCANDO LA VOSTRA MENTE A MANTENERLO E VISUALIZZARLO. RIPETERE OGNI GIORNO AUMENTANDO I MINUTI SINO A CHE NON RIUSCITE A MANTENERE LO STESSO PENSIERO PER 10 MINUTI ALMENO.
  • LIBERATE LA MENTE E TENETELA SGOMBRA DA QUALSIASI PENSIERO PER TRE MINUTI.
    RIPETETE GIORNALMENTE SINO A CHE NON RIUSCITE A MANTENERE LA MENTE SGOMBRA PER DIECI MINUTI

Sono questi dei brevi e facili esercizi che ci aiutano a seguire una educazione mentale che ci sarà al fine molto utile nell'esecuzione di riruali e incantesimi nonchè per la divinazione. Usando questo elemento fondamentale in modo corretto saremo padroni di noi e del nostro potere che crea nella realtà i nostri desideri rendendoli tangibili.


Builder Web ©BETHE-Mail Contact DarkMaster BethStregaHome PageIndex