libreria magica

IL LIBRO DEGLI INCANTESIMI

DELLA STREGA
Raccolta di antichi Rituali segreti


TORNA INDIETRO




candeliere gatto nero
strega nera
-
Rituali tratti da pagine ingiallite di vecchi libri di magia.
Trascrivere sempre a mano i propri incanti
in un libretto segreto per dare loro maggior forza.


RITO PER OTTERE VITTORIA E GIUSTIZIA IN QUALSIASI CAMPO

Per vincere in un processo, per allontanare un nemico, per passare un esame, per avere avanzamenti nel lavoro ecc.. si inizia una domenica in Luna Crescente.
Accendere un incenso composto da buccia di aglio, cannella, licopodio ( l'erba strega ), anice stellato, cumino, radice di galanga, lavanda. Facilmente reperibili al supermercato o in erboristeria.
Mentre si levano i primi fumi di Incenso pronunciare la seguente formula:
 
"In nomine virtute Elohim et in nomine juistitiae ejus Angeli Magni Raziel benedic et consacra hoc encensum et sicut fumus incensi ad te ascendit, sic exaudire digneris preces meas. Amen".

Intingere il dito pollice destro in un olio aromatizzato con radice di zenzero ( mettere un pezzo di radice in una bottiglina di olio di oliva e lasciarlo a macerare in luna crescente ) e ungere con questo olio la superficie di una candela bianca partendo dalla base fino alla sommità. Ogni volta che si passa l'Olio sulla candela così “vestita”, come side in gergo, pronunciare la seguente formula:

"In nomine virtute Elohim et Sancti Nomi Adonay, Agla, On, Tetragrammaton, et Angeli Sancti Justitia Dei Raziel, benedic et consacra hoc cerum et sicut fumus ceri ad te ascendit, sic exaudire digneris preces meas. Amen".
 
Recitare di seguito la seguente formula accendendo la candela:
 
"O potentissimo e invincibile Raziel, Angelo della Giustizia di Dio, implacabile distruttore delle armate dei demoni dell'inferno e folgorante Condottiero delle Schiere Divine, ascolta l'umile supplica che ti indirizzo per tramite dei tuoi Geni Celesti Velazel, Unabiah, Serhabel, affinché l'influenza delle tue più secrete virtù si imprima sull'operazione che compio in questo giorno e la tua opera di divina giustizia sia compiuta, per tua gloria ed onore. Amen".

Continuare con la seguente Invocazione:

"Accorrete solleciti, intervenite e soccorretemi o Spiriti Celesti che per incarico dell'Onnipotente presiedete alle sacre opere di questo giorno. Ascoltate la mia supplica che vi indirizzo sotto gli auspici dei divini nomi Saday, E ! , Erigion, Elohe, Arpheton, Emmanuel, Ehieheh e per l'intercessione del potente e glorioso Raziel intervenite in maniera efficace nella mia richiesta".
 
Esprimere a questo punto la propria richiesta.
Leggere di seguito i Salmi 4, 85 e 19. I Salmi sono parole di potenza se associate ad una nostra grande volontà per spingere il lavoro verso la vittoria. Mai recitare delle formule senza inserire la propria volontà o senza sentirle dentro perché non darebbero i frutti desiderati. Come diceva il grande Alberto Magno ( vedi ritratti di grandi maghi ) “.. è potere di ognuno influire magicamente sulle cose qualora egli sappia abbandonarsi ad una passione forte”. Scrivere la richiesta su un pezzetto di carta bianco e lasciatelo bruciare, accendendolo alla fiamma della candela, in un contenitore preferibilmente di rame. Ripetere mentalmente la richiesta visualizzando la vostra imminente vittoria.
Al termine si reciti la formula:

"Exe eber aze sai atnàze exe ta raze".

Ringraziamento finale:

“Con profondo amore e riconoscenza, ringrazio le Entità Benefiche, gli Angeli e gli Esseri Celesti che per Virtù Divina dell'Uno Supremo mi hanno concesso la loro protezione e il loro aiuto, ascoltando le mie umili parole. Prego per la stessa Virtù affinché sempre possa ricevere il loro illuminato sostegno e la forza di compiere giustamente ogni mia opera, perché la mia opera mi avvicini ogni giorno di più alla Conoscenza dei Sacri Misteri e alla Luce del Sommo Creatore. Così sia fatto.
 
La candela dovrà consumarsi completamente. Il rito va ripetuto 3 volte sempre in Luna Crescente preferendo i giorni della Domenica, di Mercoledi e di Venerdi.


RITO PER APRIRE LE STRADE ALLA BUONA SORTE CON L'AUSILIO DELLE PAROLE DI POTENZA RACCHIUSE NEI SALMI E DEL SIGILLO MISTICO. RITO POLIEDRICO CHE SI PUO' ADATTARE A QUALSIASI SCOPO: AMORE, DENARO, AFFARI, FORTUNA AL GIOCO, RIUSCITA E VITTORIA IN OGNI CAMPO DEBELLANDO OSTACOLI E NEGATIVITA'


SIGILLO MISTICO

Accendere un carboncino nell'incensiere e versarvi un po di incenso come descritto nel rito precedente.
Appena iniziano a levarsi i primi fumi aromatici, pronunciare a voce bassa la formula
"Ixa beràsa ibe isa xa ami urumàri Veràsa taìbe ilumàru benàzementre si prepara la candela gialla che andremo ad usare incidendo su di essa, con un rametto di rosmarino, l'immagine del Sigillo. Non è importante che sia perfetto, l'importante è che risulti riconoscibile e che lo si faccia con impegno e concentrazione visualizzando ciò che si desidera ottenere e quindi accendere la candela.
Accanto alla candela mettere il Sigillo Mistico vergato questa volta e precedentemente su carta pergamena.
Recitare di seguito i Salmi esorcistici e di purificazione 90 e 91 per propiziare l'operazione che stiamo eseguendo e per eliminare qualsiasi eventuale ostacolo. Quindi esporre la propria richiesta di purificazione, difesa occulta, protezione, il perché si desidera aprire le strade a nostro favore e poi ancora i Salmi 67 e 19.
A questo punto esporre la propria richiesta riguardante la prosperità, la fortuna, la riuscita, il successo e la vittoria di quanto vogliamo ottenere.
Recitare i Salmi 4 e 132 ed esporre la propria richiesta relativa ad amore, affetto, comprensione, riconciliazione, o semplicemente per la concordia, per un'amicizia da riconquistare, per rendersi favorevole un giudice, una persona in particolare o un gruppo di persone. In questo caso dire nome e cognome dei soggetti che volete attirare dalla vostra parte.

La candela va fatta bruciare totalmente.

Il rito può essere eseguito così come esposto in una sola operazione oppure ripetuto per altre tre volte. Si consiglia comunque di ripeterlo sino a giungere ad ottenere una piena soddisfazione.
Si può agire anche a distanza a favore di un'altra persona ponendo accanto alla candela e al sigillo la fotografia o il sembiante ( nome e cognome ) della persona per cui si lavora scritti su un foglietto di carta. Il rito si inizia e si svolge in un periodo di Luna Crescente di Domenica o di Mercoledi o di Venerdi.
Il Sigillo tracciato su carta pergamena va poi portato sempre con se come un talismano, qualora il rituale sia rivolto a noi stessi oppure donato alla persona per la quale abbiamo eseguito il rituale.
In alternativa si può anche unirlo alla foto della persona e racchiudere entrambi ( sigillo e foto ) dentro una scatola di legno.
 
I residui di cera e di incenso vanno dispersi e gettati subito.





Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page INDEX