Prosegui con:











L'alchimista che riesce a creare l'oro
dal metallo
vile e' colui
che verso
l'oro non
prova più
alcun interesse.

Le porte della vera magia non si spalancano facilmente a tutti e andando avanti nella ricerca capirete perché.
Il grande Eliphas Levi diceva che chi è impressionabile, chi non ha il dono dell'equilibrio e dell'obbiettività, è meglio che non apra mai un libro di magia. L'uomo schiavo delle sue passioni e dei suoi pregiudizi non potrà mai essere un iniziato, a meno che non si trasformi, non potrà mai essere un adepto giacchè questa parola significa "COLUI CHE E' ARRIVATO PER MEZZO DELLA SUA VOLONTA' E DELLE SUE OPERE".
Colui che è attaccato alle proprie idee ed ha paura di perderle, colui che teme le nuove verità e non è disposto a dubitare di tutto non piò accostarsi a questa antica arte senza subirla e rimanerne turbato.




ALCUNE LETTURE FORMATIVE E AUTORI CONSIGLIATI:
 
Gli scritti di Ermete Trismegisto, Salomone con la sua CLAVICOLA, la famosa raccolta di sigilli e caratteri, Zoroastro, Teofrasto Paracelso, Pitagora, Abate Julio, Eliphas Levi, Giordano Bruno, Cagliostro, Altus, Raimondo Lullo, Flamel, Abate Trithemius.
Il Conte di Saint-Germain con il suo IO SONO nel quale illustra i procedimenti di un pensiero-calamita, Francis Barret, Kremmerz, Cornelio Agrippa, Papus. E in genere tutti gli scritti alchemici e di filosofia ermetica, il KIBALION, che contiene perle di saggezza da applicare ed usare nella realtà. Non è solo un libro di pratiche magiche ma qualcosa di assai più profondo ed utile che ci dona indicazioni sui procedimenti di attrazione. Anche in alcuni testi moderni si possono trovare delle utili indicazioni, basta solo saper scegliere e lasciandosi guidare dall'intuizione che sempre più andrà a rafforzarsi con l'andare del tempo e dello studio. Un breve accenno a quelli che un tempo venivano chiamati "i guardiani della soglia". La nostra mente, che stiamo con volontà allenando a risvegliarsi per farci finalmente vedere ed utilizzare tutte le nostre possibilità innate sino ad oggi dormienti e inutilizzate, ha da tempo raggiunto una priorità di azione involutiva che ci ancora al falso certo e all'effimero inutile e non ci permette di vedere a pieno cosa veramente sia vivere e che cosa sia l'uomo nella sua totalità. Con lo studio della vera magia stiamo ora man mano smantellando tutta questa impalcatura inutile e si incontrano, per forza di cose e ad un certo punto del percorso, delle naturali resistenze. Queste sono ciò che un tempo venivano chiamati i guardiani della soglia, che ci fanno arretrare per farci regredire nuovamente allo stadio iniziale di uomo non completo, che possiede per nascita la facoltà di agire ma che, non rendendosene conto, non la sfrutta. Ebbene, tutto ciò è più che naturale e questi "guardiani metaforici" ( niente paura, nessun mostro è in agguato, si tratta solo di iconografie legate al linguaggio esoterico ) non sono in realtà nostri nemici, anche se così sembra, in quanto ci aiutano a superare ogni timore, ogni ostacolo e ogni prova. Se non esistessero non potremo mai valutare il grado effettivo dei nostri progressi. Per finire parliamo proprio del linguaggio composto da immagini tipico dell'esoterismo e dell'alchimia. Per esempio invece di spendere tante parole per indicare l'insieme dei 4 elementi ( + 1 ) si usa l'immagine di una stella a 5 punte, per indicare una materia volatile si usa raffigurare un uccello, ecc.. E queste immagini parlano in modo diretto alla nostra mente che sa pensare per immagini, visualizzare un concetto o una sensazione e dobbiamo allenarci e a tornare a pensare in questo modo dato che vogliamo maturare in seno alla magia. Un tempo, da bambini, pensare per immagini era per noi una cosa naturale e semplice, poi si cresce e le sensazioni non si associano più ai pensieri che divengono composti quasi unicamente dalle sole parole. Un soggetto adulto pensa a parole. In magia invece il linguaggio immediato dell'immagine invece esiste ancora, esiste da sempre e da secoli e non è mai morto. E' proprio questa capacità ( da recuperare in quanto mai estinta ) che ci rende possibile creare un pensiero, fecondarlo dal desiderio e far si che divienga materiale nell'ordinario.
LA PIETRA FILOSOFALE SI TROVA NELLE MANI DEI FANCIULLI, fu detto dagli alchimisti.




L'INIZIAZIONE
Parte seconda

Ora è giunto il momento per ascoltare le parole del rito di consacrazione.
Dopo questo passo tutto non sarà totalmente compiuto, come abbiamo già detto, e nulla ti sarà permesso o dovuto ma avrai preso coscienza di far parte di una nuova dimensione, quella più completa e umana, all'interno della magia e dovrai meritarti l'accesso alla conoscienza delle cose nascoste impegnandoti con estrema volontà. Essere strega o mago forse è la cosa più complicata di questo mondo, al principio del percorso, se lo si fa seriamente, ma se si ha la testa sulle spalle riuscirci sarà una dolce prova da superare. Dopo dovrai dimostrare di che pasta sei fatto alle forze che ti circondano e lavorare per raggiungere la fonte che tutto dona, nel basso e nell'alto, se saprai costruire il tuo paradiso in terra e portare in equilibrio la vita della materia e quella dello spirito. Le cose da imparare saranno tante. Guardarsi dentro alla ricerca della forza, orientarla verso la costruzione, non distruggere e non ferire perchè ogni atto magico rivolto alla distruzione torna sempre indietro verso chi lo perpetua. Proteggersi sarà comunque fondamentale perchè le forze che andrai a smuovere sono potenti e circolari e oltre ad andare verso il bersaglio indicato, ritornano sempre al mittente, sia che tu operi per legare, sia che tu operi per sciogliere. Ogni azione equivale ad una reazione, uguale e contraria, si studiava a scuola e in effetti così è.
NON PRENDERE QUESTE PAROLE ALLA LEGGERA, PAROLE CHE FORSE OGGI NON RIESCI A COMPRENDERE MA, PIU' AVANTI, QUANDO SARAI MATURATO SU QUESTA STRADA, NE AFFERRERAI IL SIGNIFICATO E ALLORA DOVRAI FARNE TESORO. STUDIARE, CREDERE E MANTENERE IL SILENZIO, ECCO CHE COSA TI ASPETTA.
La magia non si impara in un giorno soltanto ma dopo una serie di lunghi giorni e di esperienze.
Questo dell'iniziazione è soltanto il primo passo, la presa di coscienza. Non sarai, dopo, pervaso da poteri sovrumani come si vede nei film ma solo saprai che ti aspetta un lungo percorso di ricerca e una lenta ma graduale trasformazione. Un uomo non trasformato nell'intimo di sé non può praticare la vera magia mentre, l'uomo saggio e mutato nella sua forma interiore, che mette in equilibrio perfetto carne e spirito, si.
Non avere quindi paura di cambiare pelle ne la visione di vita e delle cose che ti circondano perché questo in fondo è lo scopo di ogni iniziazione. Essa è un "passaggio", una "morte" metaforica che permette di andare da uno stato ad un altro e che aspira a concretizzare una futura rinascita. Dopo aver varcato questa soglia nulla ti sembrerà più come prima, se sarai pronto a guardarti dentro e scoprire cose di te stesso delle quali eri ignaro, se sei pronto a vedere tutto ciò che devi eliminare da te e dalla tua vita per procedere verso la magia con un bagaglio leggero e privo anche di quella impazienza e quelle smanie che possono risultare invece pesanti e limitanti.
La Magia non è per persone che hanno certezze incrollabili ( di origine umana e quindi, le più, infondate ) ma bensì per coloro che sanno dubitare di tutto e che si accostano al mondo esoterico ( termine che indica soltanto "nascosto" ) con la mente aperta, desiderosi di apprendere e di porsi domande per portare a compimendo la personale Grande Opera.
Se sei equilibrato, serio, se sei alla ricerca del tuo vero io e dell'equilibrio allora ... sari il benvenuto. La magia è come una bella signora che ammette al suo banchetto solo chi sa comprendere. Dice Eliphas Levi in un suo libro: " L'uomo schiavo delle sue passioni e dei suoi pregiudizi non sarà mai un iniziato. L'uomo attaccato alle proprie idee e che teme di perderle, pauroso di nuove verità e non disposto a dubitare di tutto, deve   chiudere questo libro, non lo capirebbe, lo capirebbe male e ne rimarrebbe turbato..." E se anche vuoi divertirti rimarrai deluso.
Se sei un'anima troppo fantasiosa alla ricerca di emozioni, di apparizioni, di fuochi che appaiono nelle mani, rimarrai oltremodo deluso. Arretra. Benché nella realtà essere praticanti non è come si vede in TV, i prodigi che si possono realizzare sono mille volte più profondi di come vengono illustrati dalla fantasia e questo proprio perché sono reali, si possono toccare con mano e sappiamo che provengono da noi e dalla alleanza che abbiamo stipulato con le forze naturali che ci vivono attorno nello stesso spazio fatto di materia che è la nostra casa comune. I sensi umani sono limitati ma, rammenta, ciò che occhio non vede non è detto che non esista. Prendi ad esempio la corrente elettrica. Non la si vede ma la si può sentire, se siamo incauti, e se ne possono osservare gli effetti. Lampadine accese, elettrodomestici e computer attivi, ecc... Rammenta anche che la magia di per se è pura, essa è la conoscenza dei meccanismi che creano la vita ma che può assumere aspetti negativi a seconda di come la si impiega. E' la mano e la volontà dell'uomo che la dirige che la snaturano o la esaltano, così come le forze attive del binario sono sterili se isolate ma forti e generatrici se poste in perfetto equilibrio. SE HAI COMPRESO IL SIGNIFICATO DELLE PAROLE DETTE IN PRECEDENZA, ORA CIO' CHE LEGGERAI PER TE NON SARA' VANO E QUELLO CHE FARAI POTR° ESSERE MERAVIGLIOSO. Mago, in fondo significa solo uomo saggio ed è a questo traguardo che la magia ci conduce da secoli, se ci dimostriamo capaci di capire. I TUOI PROGESSI O I TUOI INSUCCESSI, LE TUE SCONFITTE, I TUOI SBAGLI, LE TUE VITTORIE, DA ORA IN POI LE DOVRAI SOLO A TE STESSO, PERCHE' ORA STAI PER PREPARARTI A RINASCERE.
il rito di iniziazione che qui viene illustrato sarà sufficiente per compiere il primo passo. Poi sarà doveroso approfondire da soli ogni argomento presentato su questo sito, che compongono le due vie per l'apprendimento magico, quella interiore e quella pratica e andare alla ricerca di cio' che qui manca per completare la formazione. Io non posso dire tutto perché tante sono le cose da sapere e perché in questo campo da sempre si punta sul lavoro individuale, il solo che conduce ad aprire gli occhi ed assaporare i più profondi significati dell'esoterismo e della magia reale. Un tempo si diceva: "leggi, leggi e rileggi ancora". Le parole scritte racchiudono un potere come quelle pronunciate e quelle create dal pensiero perché il pensiero ( Kibalion ) crea, attrae e genera nella materia.
il rito di iniziazione che qui viene illustrato sarà sufficiente per compiere il primo passo. Poi sarà doveroso approfondire da soli ogni argomento presentato su questo sito, che compongono le due vie per l'apprendimento magico, quella interiore e quella pratica e andare alla ricerca di cio' che qui manca per completare la formazione. Io non posso dire tutto perché tante sono le cose da sapere e perché in questo campo da sempre si punta sul lavoro individuale, il solo che conduce ad aprire gli occhi ed assaporare i più profondi significati dell'esoterismo e della magia reale. Un tempo si diceva: "leggi, leggi e rileggi ancora". Le parole scritte racchiudono un potere come quelle pronunciate e quelle create dal pensiero perché il pensiero ( Kibalion ) crea, attrae e genera nella materia.

drago
IL RITO DI INIZIAZIONE, SVOLGIMENTO, AZIONI E FORMULE

Nel pomeriggio di un giorno precedente un solstizio o un equinozio o che precede una delle feste che rientrano nella ruota dell'anno, riempi di terra grassa una coppa di rame o di vetro e poggiala al centro di un tavolo o a terra o dentro un caminetto ( se lo possiedi ). Se metterai la coppa a terra o su di un tavolo ricorda di schermarlo con della carta stagnola, quella che si usa in cucina, per non rovinarli con il calore della candela che a sera accenderai. Alla sera dello stesso giorno fai bollire dell'acqua di fonte in un calderone o in una una pentola d'acciaio ed immergivi, a fornello spento, l'ANELLINO D'ARGENTO, che avrai comprato sempre quel pomeriggio per nove minuti allo scopo di purificarlo.
Nel fattempo sistema una candela gialla accanto alla coppa riempita di terra. Quindi seppellisci l'anello nella terra e accendi la candela. 
La candela dovrà ardere per qualche minuto e poi fai cadere nella coppa di rame e sulla terra tre gocce d'olio d'oliva, per tre volte di seguito e così in tutto avrai fatto cadere nove gocce di olio. Ogni volta che fai cadere l'olio canta o recita ad alta voce:
"le mie energie sono un dono dell'universo; la mia anima appartiene al vento. Io sono l'universo, io sono il vento".

L'anello deve rimanere nella terra contenuta nella coppa sino alla mezzanotte successiva. In quel momento portalo alla luce, lavalo sotto acqua corrente e mettilo al dito. Più tardi seppellisci in un giardino ( o nella campagna ) la terra che era contenuta nella coppa e i resti della candela. L'anello dovrai portarlo sempre con te ed averlo al dito quando opererai, in futuro, i tuoi incantesimi.
La sera seguente fai quanto segue MA PRIMA DI INIZIARE LAVATI LE MANI, LA FRONTE, DIETRO LE ORECCHIE E IL SESSO CON ACQUA E SALE GROSSO. NON ASCIUGARTI MA MUOVI SEMPLICEMENTE LE MANI E POI ESEGUI IL RITO INDOSSANDO SOLO QUALCOSA DI LEGGERERO E COMODO. CON LA SCOPA PULISCI A TERRA DOVE SI SVOLGERA' IL RITO E PRENDI DI NUOVO LA COPPA RIPULITA E RIEMPITA CON ACQUA. TUTTO DOVRA' AVVENIRE NEL MASSIMO SILENZIO, SERIETA' E SEGRETEZZA. CHIUDITI AL CENTRO IN UN CERCHIO DI SALE GROSSO ( abbastanza grande da poter operare ) CON TUTTI GLI OGGETTI CHE TI OCCORRONO: LA COPPA CON L'ACQUA, UNA CANDELA BIANCA, UNA CANDELA NERA, L'INCENSIERE CON LA CARBONELLA, L'ACCENDINO E I GRANI DI INCENSO DETTO OLIBANO E VOLGITI VERSO EST. RESTA SEDUTO A TERRA E ACCENDI L'INCENSO, LA CANDELA NERA E POI QUELLA BIANCA. LA COPPA PONILA AL CENTRO TRA LE DUE CANDELE E L'INCENSIERE OLTRE AD ESSE MA PRIMA MUOVILO ATTORNO PER FAR SI CHE I FUMI PROFUMATI AVVOLGANO SIA TE CHE LA COPPA CHE LE CANDELE. TOGLITI L'ANELLINO D'ARGENTO E FALLO SCIVOLARE NELL'ACQUA DELLA COPPA. FAI SUONARE UN CAMPANELLINO E POI OFFRI LA COPPA ALLA LUNA ( immaginala se dalla tua posizione non riesci a vederla ) E FAI IN MODO CHE SI SPECCHI DENTRO NELL'ACQUA E QUINDI RECITA CON CALMA E CONVINZIONE:
 

"OGGI NASCO A NUOVA VITA ASSUMENDO IL NOME ... ( pronunzia per la prima volta il tuo nome esoterico che avrai scelto per il nuovo cammino ). "PER ISIDE, PER HELIOS, IO ... ( dire ancora il proprio nome esoterico ) SPALANCO NUOVI OCCHI AL NUOVO MONDO. MI OFFRO ORA A NUOVA VITA ED ECCO CHE IO (dire di nuovo il proprio nome esoterico ) SCHIUDO NUOVA BOCCA AI NUOVI TESORI PRONUNCIANDOMI AL NUOVO CAMMINO, IL MIO CUORE E' PIENO DI FORZA E POTENZE ETERNE, COSI' SIA FATTO"
 

INTINGI L'INDICE E IL MEDIO DELLA MANO DESTRA NELLA COPPA E TRACCIATI IL PENTAGRAMMA ( la stella a 5 punte al dritto ) SUL PALMO E SUL DORSO DELLE MANI, SULLA FRONTE, SUL PETTO E SOPRA L'OMBELICO. POI RECITA ANCORA, CON CALMA E CONVINZIONE, INNALZANDO DI NUOVO LA COPPA ALLA LUNA:

"SCINTILLANTE COME L'ALBA TU MI APPARI, ISIDE, BAGLIORI DI PUREZZA DI UNA NUOVA VITA MI CONCEDI E LA MIA STRADA SI FA LUMINOSA. SU LASTRE D'ARGENTO IO ORA CAMMINO, DI LUCE INFUSA M'AMMANTO, ARGENTEE E POTENTI SONO LE MIE PUPILLE; SULLA FRONTE RECO ORA IL SEGNO DEL TUO POTERE.  NESSUN NEMICO SPIETATO CONTRASTERA' LA MIA VITA! MAI PIU' TRACCERANNO SEGNI DI CADUTA I DEMONI DELLA TERRA! SOTTO IL TUO MANTO MI PONGO, ISIDE, NELLE TUE BRACCIA ARGENTEE TROVO CONSOLAZIONE, SPIRITI ELETTI FANNO ALA AL MIO AVANZARE, FORZE SCONOSCIUTE E ALLEATE PRESTANO FORZA AL MIO BRACCIO.
AFFINCHE' GIAMMAI MI SI DICA SCONFITTO/A, SCHIACCIATO/A, TRAFITTO/A. TU PUOI ISIDE, TU VUOI ISIDE, POICHE' ORA IO SONO (dire di nuovo il proprio nome esoterico ) SANGUE DEL TUO STESSO SANGUE, ALITO DEL TUO STESSO RESPIRO, ANIMA DELLA TUA ESSENZA UNICA, TE STESSO DI TE STESSA, IO SONO TE STESSA E TU MI SEI IDENTICA, COPIA PERFETTA NELL'ANIMA GEMELLA. ( inginocchiarsi allargando le braccia ) PRENDI NELLE TUE MANI, ISIDE, TUTTA LA MIA VITA. STELLA TRA LE STELLE, AL MIO FIANCO TU ORA SEI, LUCE TRA LE LUCI, SUPERBA ED INVINCIBILE REGNI E SUL MIO CAPO Ho TRACCIATO IL TUO SEGNO VITTORIOSO. IL TUO SPLENDORE E' PURO E LA TUA FORZA INVINCIBILE.
NEL CUORE DELLA GENTE PESANO I TUOI OCCHI PERCHE' NESSUNO RESISTE AL TUO POTERE. CHI SI AFFIDA A TE E' VITTORIOSO, POTENTE E INDISTRUTTIBILE. IO DONO A TE LA MIA VITA, PROTETTRICE UNIVERSALE."

Far suonare il campanellino e termina con "ISIDE ASCOLTA ED ESAUDISCIMI!"

BEVI L'ACQUA CONTENUTA NELLA COPPA FACENDO ATTENZIONE A RACCOGLIERE L'ANELLINO CHE SUBITO INDOSSERAI DI NUOVO.

"IO TI CONTEMPLO E TI AMMIRO, ISIDE, A TE DONO LE FORZE E LE ENERGIE DEL MIO SPIRITO. IO PASSO NELL'UNIVERSO E RESPIRO NEL VENTO. IO ORA SONO L'UNIVERSO, IO ORA SONO IL VENTO."

Nel dire questo alzati in piedi e resta eretto/a per un attimo in silenzio ed assapora le sensazioni che giungeranno.
FAI SUONARE IL CAMPANELLINO CHE PORTERAI SEMPRE SU DI TE E CHE TINTINNERA' AD OGNI TUO PASSO, SEGNALANDO LA TUA PRESENZA E CACCIANDO GLI SPIRITI MALIGNI CON QUESTO SUONO O TIENILO COMUNQUE DAPPRESSO. SPEGNI LE CANDELE CON LE DITA UMIDE E MAI CON IL SOFFIO, APRI IL CERCHIO ED ESCI DA ESSO MA NON SALTARCI SOPRA. CON LA SCOPA POI RACCOGLI IL SALE CHE HA COMPOSTO IL CERCHIO E METTILO IN UN SACCHETTO ASIEME A TUTTI I RESIDUI DEL RITO ESCLUSO L'INCENSIERE E LA COPPA DI CRISTALLO STESSA CHE POTRAI USARE DI NUOVO. LE COSE AVANZATE ANDRANNO TUTTE NEL SACCHETTO CHE ENTRO POCHE ORE ANDRAI A GETTARE IN UN CORSO D'ACQUA. QUESTA PARTE DELLA FORMULA "IO TI CONTEMPLO E TI AMMIRO, ISIDE, A TE DONO LE FORZE E LE ENERGIE DEL MIO SPIRITO.
IO PASSO NELL'UNIVERSO E RESPIRO NEL VENTO. IO SONO L'UNIVERSO, IO SONO IL VENTO." LA POTRAI RECITARE OGNI VOLTA CHE VORRAI TROVANDOTI IN UN PERIODO DI LUNA CRESCENTE O PIENA. IL RITO E' CONCLUSO E DA QUI INIZIA IL TUO LUNGO CAMMINO DI STUDIO E LE TUE VITTORIE E LE TUE SCONFITTE ORA DIPENDONO SOLO DA TE. MATURA CERCA DISCERNI LAVORA.
IL CAMMINO E' LUNGO E TU LO HAI APPENA INIZIATO.

BETH


Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index