lamp

I-CHING
NECROMANZIA
CEFALOMANZIA
ASTRAGALOMANZIA
TAROCCHI
RUNE
ASTROLOGIA
NUMEROLOGIA
OROSCOPO CINERE
ANAGRAMMATOMANZIA
OROSCOPO CELTICO
PIROMANZIA
ONIROMANZIA
CAPNOMANZIA
CAFFEOMANZIA
CHIROMANZIA
TASSOMANZIA




LA CEFALOMANZIA
Predire il futuro con l'uso del teschio

Questo tipo di manzia è assai particolare e oggi non molto usata in quanto rientra in quel gruppo di mantiche ( o necro mantiche ), che la magior parte delle persone evita di praticare perché è una variante della Necromanzia vera e propria. La sua origine risale in un lontano passato e fu praticata anche dagli alchimisti e i veggenti del XVII secolo che consideravano il cranio come la sede dell'anima. Lo associavano alla morte ma anche alla conseguente mirabile trasformazione della rinascita che segue ogni morte terrena.
Nelle carte dei Tarocchi troviamo infatti la lama chiamata la morte o INNOMINATO che indica sempre la trasformazione sia della persona che consulta questo tipo di oracolo sia la trasformazione e il cambiamento delle situazioni che si vivono. Il tarocco della morte non è quindi da vedersi in modo negativo così come il cranio umano che diviene, anche se apparentemente tetro, un simbolo di splendente rinascita.
Per gli alchimisti poi il cranio era considerato il ricettacolo della trasmutazione vista appunto come una trasformazione interiore dell'adepto. Vedasi la fase chiamata NIGREDO o PUTREFACTIO ( putrefazione ) che viene illustrata spesso in modo allegorico anche con un teschio e un corvo.
E' anche per questo che il teschio rientra tra gli oggetti del corredo delle persone che studiano la magia: per avere sempre presente il concetto di trasformazione di se stessi, una trasformazione necessaria per poter veramente praticare la magia. Ovviamente non stiamo parlando di crani veri, sottratti da un loculo del cimitero nottetempo. La cefalomanzia si pratica con l'uso di teschi finti anche se nei secoli indietro eracontemplato l'uso di crani veri di animali o umani dato che molti credevano che essi possedessero doti soprannaturali alla pari degli ormai noti teschi di cristallo che uniscono il concetto del cranio divinatorio con quello prettamente energetico se si considera le vibrazioni forti dei cristalli. E' poi attraverso un cristallo, divenuto la palla di vetro del veggente, che vengono tratte informazioni sul futuro. Questa pratica è stata molto elaborata dalla cinematografia passata e odierna tanto da rendere tutto ciò ciò come qualcosa di risibile. Ovviamente non è nemmeno possibile procurarsi un cranio vero, la profanazione di tombe non è cosa che ci interessa, anche perché si rischia sia di andare nel penale sia perché il Necromante mira a far riposare bene i morti per avere in cambio il loro aiuto e non va certo a disturbarne il riposo delle loro spoglie terrene. Se siamo abbastanza abili ce lo possiamo anche costruire da soli ma in commercio se ne trovano. L'importante è che il teschio sia cavo per poter far scivolare dei pezzetti di carta dalle orbite al tavolo sottostante. Le risposte alla domanda che vogliamo porre al teschio e la domanda stessa andranno scritte su pezzi di carta bianca con una penna ad inchiostro nero.
Su un pezzo di carta andrà scritto SI e su un altro NO e sul terzo andrà esposta brevemente la domanda.
Piegate i pezzi di carta nello stesso modo per far si che non si possano riconoscere tra loro e fateli scivolare all'interno del tescio facendoli passare attraverso le orbite oculari. Coprite il teschio con un panno bianco e rimanete qualche secondo in silenzio ad occhi chiusi, il tempo necessario per aprire la vostra mente e per compiere le azioni che seguono SENZA MAI GUARDARE e per evitare di influenzare il responso.
Spostate leggermente il teschio per infilarvi sotto la mano, mescolate ancora i pezzi di carta e prendete due biglietti. Lasciatene uno all'interno del teschio. Le vostre mani dovranno essere guidate dal destino e dagli influssi del testhio e non dai vostri occhi. Il pezzo di carta che resterà nel cranio conterrà la vostra risposta. Aprite gli occhi e guardate quindi che cosa è accaduto. Se nel teschio è rimasto il bigliettino con la domanda significa che è ancora giunto il momento per avere risposte ma se invece è rimasto il bigliettino con il NO o con il SI gioite o meno a seconda della domanda che avete posto.

VARIANTE UNO
Se non siete riusciti a trovare un teschio cavo preparate i bigliettini, piegateli e metteteli sotto il teschio che avete a disposizione. ( Anche negli autogrill sull'autostrada si possono trovare teschi pieni di varia grandezza, almeno così era anni fa ) poi coprite il cranio con il panno bianco. Procedete quindi nello stesso modo illustrato sopra mescolando ad occhi chiusi i bigliettini sotto il teschio per poi prenderne due che metterete da parte per lasciarne uno solo sotto al teschio che vi indicherà la risposta.

VARIANTE DUE
Se siete abbastanza sensibili potete usare il cranio come si fa con la palla di vetro.
Scrutate nelle cavità oculari per ricavarne auspici.


Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index