LA PIROMANZIA
I-CHING
NECROMANZIA
CEFALOMANZIA
ASTRAGALOMANZIA
TAROCCHI
RUNE
ASTROLOGIA
NUMEROLOGIA
OROSCOPO CINERE
ANAGRAMMATOMANZIA
OROSCOPO CELTICO
PIROMANZIA
ONIROMANZIA
CAPNOMANZIA
CAFFEOMANZIA
CHIROMANZIA
TASSOMANZIA

Il fuoco, alleato e nemico dell'uomo da secoli è il simbolo dinamico di vita e di passione.
Il fuoco è amato dalle streghe e viene usato in molti sortilegi ed incantesi, è a lui che si affidano i bigliettini con i nostri desideri, è lui che rafforza un sortilegio quando consuma una candela.

Esso riscalda le nostre case ardendo gioioso nel camino e, sino a qualche secolo fa, il fuoco era l'unica fonte di luce che illuminava case e strade.
Ma il fuoco, come tutte le cose, ha anche il suo lato negativo quando, ad esempio, libero e impetuoso distrugge abitazioni e foreste o anche quando ribolle e strabocca dall'apertura di un vulcano.
Per gli antichi il fuoco era il simbolo della vita e ad esso tutto doveva ritornare. Per questo il fuoco ed il fumo erano tenuti in grandissima considerazione ed usati anche come strumento divinatorio. Vediamo ora come s
i può avere un veloce responso ad una nostra domanda scrivendola su di un pezzetto di carta e buttandola sulla brace del fuoco che non ha più fiamme oppure bruciandola direttamente con un accendino. Se il pezzo di carta prende subito fuoco in modo vivace e dinamico la risposta che si ottiene è positiva e indica anche buona fortuna. Se invece il pezzettino di carta non prende subito fuoco o non brucia del tutto l'auspicio sarà negativo e anzi, su ciò che abbiamo chiesto, non portiamo una buona sorte. Con l'osservazione della fiamma di una candela accesa all'interno di un rituale, si possono ottenere ulteriori auspici in merito al rituale stesso che stiamo eseguendo e per capire che cosa sta accadendo attorno a noi. Nel capitolo dedicato alla CAPNOMANZIA vedremo poi come trarre auspici anche dal fumo di un fuoco quasi spento.
Se la fiamma si spegne all'improvviso e prima della fine del rito è sempre di cattivo auspicio ed indica che ci sono degli ostacoli a ciò che vogliamo realizzare ed è quindi utile gettare via tutto e procedere con delle purificazioni per eliminare questi ostacoli prima di ripetere di nuovo il rito.
Se la fiamma è molto luminosa e alta o se scoppietta e fa scintille mentre consuma indica che gli ostacoli alla realizzazione del nostro scopo stanno per dissolversi ma che si deve comunque eseguire degli esorcismi o delle purificazioni al termine del rito per eliminare ogni residuo impuro.
Se la fiamma tende a piegarsi verso destra indica buone notizie così come se la candela si consuma per storto dallo stesso lato.
Se la fiamma tende a piegarsi verso sinistra invece preannuncia che gli ostacoli alla realizzazione del desiderio esistono ancora ma che prima della fine del rito saranno eliminati a seconda di come si presenta la figura che il residuo di cera lascia in fondo al piattino appena la fiamma si spegne..
Abbiamo lo stesso auspicio se la candela si consuma per storto verso sinistra.

Se la fiamma è forte luminosa e bella e consuma la cera in modo lineare; l'auspicio che se ne trae è positivo. Il rituale non trova ostacoli od opposizioni alla sua buona riuscita.

Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index