Prosegui con:
Vita di maghi oscuri e alchimisti tormentati, realmente vissuti, che non fecero la storia della magia ma che vogliamo comunque ricordare


Conte di Cagliostro
Cornelio Agrippa

Pietro de Abano
Francis Barret

Abramelin il Mago
Helena Petrovna Blavatsky

Albertus Magnus
Giovanni Jacopo Casanova

Roger Bacon
Aleister Crowley

Alice Bailey
Dott. John Dee

Allan Kardec
Eliphas Levi

Jacques de Molay
Nostradamus

Paracelso
Pitagora

Papus - Gerard Eacausse
Conte di Saint-Germain

Julius Evola
Dion Fortune

René Guenon
Ermete Trismegisto

Honorius
H. Spencer Lewis

Pietro Mora
Cristian Rosenkreuz

Paracelso ( 1493 - 1541 )
 
Il suo vero nome era Teofrasto Bombast von Hohenheim ma che cambiò in Paracelso per dimostrare la sua superiosità a Celso. Nacque a Hensiedelm e seguì gli studi a Basilea e per un certo periodo fu allievo di Tritemio che lo condusse verso l'occultismo. Studiò medicina ma fu allontanato dal luogo di origine per le sue idee considerate controverse. Viaggiò molto sino a che non sopraggiunse la morte che molti riferiscono non essere avvenuta in modo naturale in quanto, fu ipotizzato, che qualcuno lo avesse ucciso mentre si trovava a Salisburgo dove godeva dell'amicizia e della protezione del'arcilvescovo.




Gli storici lo definiscono come il padre della medicina moderna sebbene le sue teorie, contaminate dalla visione esoterica, apparissero infarcite delle superstizioni tipiche della sua epoca. Il suo sistema occulto si basava sulle posizioni ermetiche che non separavano mai la vita umana da quella dell'universo. Egli sosteneva, non certo a torto, che "l'argilla di cui è composto l'uomo", il limus terrae, era formata da tutti gli elementi chimici che esistono in natura.
Tra questi elementi si annoverano il sale, lo zolfo e il mercurio. Paracelso curava i suoi pazienti somministrando loro piccole dosi di questi elementi, come si fa oggi in omeopatia, oltre che immergerli in bagni minerali per colmare qualsiasi deficienza della loro composizione chimica e per far si di riportare la persona all'equilibrio fisico. Asseriva anche che la forza del pensiero conduceva al dominio della mente universale e anche qui, secondo noi, nulla da eccepire.
La sua morte viene commemorata il 24 settembre e in quel giorno, attraverso riti per la salute, viene invocata la sua preziosa assistenza.

Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index