"... e dotato di occhi ora ti allontani"


magic witch

La magia è una, unica e indivisivile

è solo la mano e l'intenzione del mago a donarle nette differenze


magia bethelux titolo
altare
fuoco
LA MAGIA OSCURA
IL POTERE MAGICO
I 28 TALISMANI LUNARI
ELIPHAS LEVI: LA PREPARAZIONE DI UN RITUALE
REGOLE  - MAGIA -  POTERE
FORMULE DELL'ENCHIRIDION DI PAPA LEONE III
TAVOLA DEI CARATTERI DIVINI
TALISMANO DELLE POTENZE CELESTI
LA CHIAVE DEL DOMINIO
NON UNO MA TRE PER FARE UNO
DEALBATE LATONA ET FRANGITE LIBROS
ANELLI MAGICI
IL SETTIMI FIGLI E IL RITUALE DEI 7 NODI
LETTERE E NUMERI
MEDITAZIONE


IL RITO DI ABIURA ALTRIMENTI DETTO
"IL COLPO DI SPUGNA"

Se vogliamo cancellare i risultati di un lavoro fatto
e andato a buon fine
ma del quale non si desiderano più i risultati ottenuti
o per spezzare un rituale fatto da altri.





teschio

fuoco
MAGIA DELLE ESSENZE
COME NEUTRALIZZARE I COLPI DI RITORNO
COME LANCIARE UN PENSIERO CALAMITA
LA BACCHETTA O IL BASTONE DI COMANDO Tratto dalla Clavicola
CONSACRAZIONE DEL PERSONALE GRIMORIO Tratto dalla Clavicola
I GRANDI PENTACOLI CONTRO LE NEGATIVITA'
IL RITO DI ABIURA PER CANCELLARE UN RITO FATTO
L'USO RITUALE DEI CHIODI E DEL FILO DI RAME COME DIFESA CONTRO I MALEFICI
I RITMI CIRCADIANI
Lo stile di vita del praticante
PANTHEON EGIZIANO
AMULETI E TALISMANI
FORMULE
MAGIA DELLE CANDELE










Un mago quando esegue un rituale deve essere sempre sicuro di ciò che vuole ottenere ed ogni ripensamento tardivo a cose fatte non è mai una cosa corretta.
Quando però questo accade e non desideriamo più ciò che abbiamo richiesto ed ottenuto, è possibile tentare di cancellare tutto quanto è stato fatto usando il presente rito di abiura. Si può applicare anche per sfare un lavoro fatto da altri.
Ci si deve munire di un numero dispari di candele nere, e in principio ne verranno usate 3 e poi se il rito da cancellare continua a marciare speditamente contro la nostra attuale volontà si deve ripetere l'Abiura aumentando sia il numero delle candele che delle operazioni sino ad arrivare al compimento totale della rimozione.
Si prepari anche una mistura di erbe composta da:

ARTEMISIA
ASSENZIO
CHIODI DI GAROFANO
CICORIA
CURRY
GIGLIO
E SALVIA.
 
Questa mistura di erbe disseccate e ridotte finemente in polvere con l'uso di un mortaio a mano quello per il pesto per capirci ( seguire fedelmente la tradizione e non prendere scorciatoie mettendo mano ad un tritatutto da cucina ) andrà a comporre l'incenso da far fumigare in modo abbondante. Le candele andranno "vestite" con dell'olio di oliva. Le 3 candele andranno disposte a triangolo e su quella che corrisponde al vertice del triangolo e incidere sulla cera (  usando un rametto di rosmarino secco ) il nostro intendimento indicando anche il motivo del rito fatto in precedenza che vogliamo spezzare. Sulla candela incidere anche la frase in latino:
ABIURA! FIAT VOLUNTAS MEA e poi in fine CONSUMMATUM EST!
La stessa formula che abbiamo inciso sulla candela va scritta anche su di un pezzetto di pergamenta. Si inizia il rito battendo 3 volte il piede destro a terra e poi si accendano le candele partendo da quella in alto con il desiderio inciso e poi quella alla sua destra e in fine quella a sinistra. Si prosegue col fumigare sulle candele accese e poi si prende il pezzetto di pergamena e lo legge 3 volte ad alta voce usando volontà e un tono perentorio. Fatto questo si prende di nuovo la penna ad inchiostro nero con la quale abbiamo scritto sulla pergamena e si traccia una stella a 5 punte ( pentagramma ) sopra le parole che abbiamo scritto precedentemente e si contorna il pentagramma per 3 volte consecutive con un cerchio fatto con un tratto unico.
Alla fine risulterà un intreccio di linee che nasconderanno parzialmente lo scritto sottostante. Così deve essere e non certo un bel lavoro. La pergamena così ultimata la dobbiamo bruciare alla fiamma della candela al vertice del triangolo e si lascia a consumare nell'incensiere. Le candele si dovranno estinguere da sole e completamente. Mai spegnerle tantomeno con il soffio. I resti del rito ( cenere e mozziconi di cera ) andranno sotterrati prima che sia possibile.
Non è mai facile spezzare un rito che è partito bene e che è arrivato anche meglio... e quindi può servire ripetere l'Abiura sino a che esso in qualche modo non giunge a spezzarsi. A volte capita che i benefici rallentino o che il rito precedentemente fatto e che vogliamo cancellare cambi direzione ma non accenni totalmente a svanire. Si dovrà quindi insistere con l'Abiura per raggiunge dei risultati accettabili.








E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index Builder Web ©BETH