Introduzione alla MAGIA

"Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te.
" FINCHÉ NON FAI DEL MALE A NESSUNO, FA' CIÒ CHE VUOI!
Qualsiasi cosa noi facciamo, ci ritorna indietro TRE VOLTE TANTO nel bene o nel male.

libri di magia
teschio su libri
magia
Prosegui con: Pantheon Egiziano Amuleti e Talismani Le formule Le erbe Lettere e numeriMeditazione Magia delle essenzeMagia delle candele



-
PROSEGUI ANCORA:


-
I Geni, entità invisibili chiamate anche Intelligenze


- La sigillazione dei desideri


- I Pantacoli dell'Abate Julio contro avversità, per esorcismo, amore e fortuna


- I Salmi che accompagnano i Pantacoli dell'Abate Julio per allontanare pericoli e miseria


- I sigilli degli arcangeli Gabriel, Raffael e Michael per la vittoria, contro i nemici e per scongiurare rovesci di fortuna. Comprende le formule di consacrazione.


- I Pantacoli della tradizione tratti da L'Enchiridion e dal Grimorio di Honorius


- I Pantacoli Cabalistici tratti dalla Filosofia Occulta o la Magia di Agrippa.


- Il vero Rituale Esorcistico dell'Abate Julio


- La Medaglia di San Benedetto


- Il Talismano Sterminatore e il Quadrato di Giove












I Pantacoli della tradizione magica
Tratti dall'Enchiridion e dal Grimorio di Honorius

Il pantacolo qui sopra è tratto dall'Edizione romana del Grimoiro di Papa Onorio del 1670.
E' composto dal monogramma di Ges
ù I H S inserito in una stella a sei punte. E' il considerato il Pantacolo dell'equilibrio magico e del potere, che stanno alla base di ogni azione magica. Deve essere disegnato su pergamena e indossato dall'operatore o portato sempre appresso. La tradizione indica che dona capacità per le scienze occulte, aiuta ad ottenere risultati in tutte le opere di magia bianca.

Recitare, prima di indossarlo, il Salmo 86
La fondazione del Signore è nei monti santi. Il Signore ama le porte di Sion, sopra tutte le stanze, di Giacobbe. O città di Dio, cose gloriose sono dette di Te. Io mentoverò, dice il Signore, Rahab e Babilonia fra quelli che mi conoscono; ecco i Filistei ed i Tiri insieme, con gli Etiopi, dei quali si dirà: Costui è nato quivi. E si dirà di Sion: Questi e quegli son nati in essa e, l'Altissimo stesso, lo stabilirà. Il Signore, rassegnando i popoli, annovererà coloro dicendo: Un tale è nato quivi.
E cantori e suonatori e tutte le mie fonti saranno in te.
Amen. Amen. Amen.

Questo pentacolo compare nell'Enchiridion di Papa Leone ed è consigliato per ogni opera magica oltre che per difesa personale. Esso scongiura gli spiriti maligni ed è il pantacolo per eccellenza contro i malefici. Bisogna aspergere il pantacolo, una volta tracciato e prima di portarlo addosso, con delle erbe di consacrazione che si possono trovare in altri capitoli di Bethelux dedicati a questo argomento. La formula consacratoria che segue va recitata anche per qualsiasi altro talismano ma per questo in particolare.

"Io ti esorcizzo, spirito immondo, spirito d'illusione, affinché in nome di Dio onnipotente tu ti allontani da questa operazione con tutta la tua malizia e perversità così che le cose esorcizzate restino pure e immacolate. In nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo Così sia. Affinché io, per la virtù di questi profumi, possa essere sostenuto da tutta la virtù dello Spirito Santo e nessuna illusione possa nuocermi, il che io domando per il grande formidabile nome di Dio Samhammaphoras"

Esorcismo per la benedizione dei profumi da usare da recitare imponendo le mani sulle erbe:
"Dio
di Abramo Dio d'Isacco Dio di Giacobbe benedite questa creatura ( Nome della pianta ) affinché raddoppi la forza e la virtù dei suoi odori, riesca a contenere gli spiriti che io debbo evocare per la perfezione della mia opera e per il mio desiderio. Ve lo domando in nome di Nostro Signore il Cristo, che vive e regna con voi nell'unità dello Spirito Santo, in tutti i secoli dei secoli. Così sia.

Questo Pantacolo risponde al desiderio delle persone che intendono sviluppare facoltà di chiaroveggenza, avendole riscontrate in forma latente. Si porta addosso ma prima recitare il Salmo 86.

La fondazione del Signore è nei monti santi. Il Signore ama le porte di Sion, sopra tutte le stanze, di Giacobbe.  O città di Dio, cose gloriose sono dette di Te. Io mentoverò, dice il Signore, Rahab e Babilonia fra quelli che mi conoscono; ecco i Filistei ed i Tiri insieme, con gli Etiopi, dei quali si dirà: Costui è nato quivi. E si dirà di Sion: Questi e quegli son nati in essa e, l'Altissimo stesso, lo stabilirà. Il Signore, rassegnando i popoli, annovererà coloro dicendo: Un tale è nato quivi. E cantori e suonatori e tutte le mie fonti saranno
in te. Amen. Amen. Amen.


candela
Il pantacolo qui raffigurato è tratto dall'Enchiridion e viene associato ad una orazione di Sant'Agostino. Si crea per avere rivelazioni di ogni tipo, sia riguardanti cose personale che a livello mistico. Il pantacolo viene associato alla seguente invocazione.

" Dio mio, siatemi propizio; io non sono che un indegno e miserabile peccatore, degnatevi essere continuamente con me per tutto il tempo di mia vita, di giorno e di notte; Dio d'Abramo, Dio d'Isacco, Dio di Giacobbe, abbiate pietà di me ed inviatemi per soccorrermi il vostro san Michele arcangelo, per difendermi e proteggermi da tutti i mali e pericoli.
Beato san Michele, liberatemi da ogni pericolo, e da quello del terribile giudizio di Dio: o beato san Michele arcangelo, ve ne scongiuro, per la grazia che avete meritata, per nostro Signor Gesù Cristo, solo figlio unico di Dio, liberatemi oggi dal pericolo della mia morte; san Gabriele, san Raffaele e tutti i santi angeli di Dio, soccorretemi; vi scongiuro tutti, per quante sono le Virtù dei Cieli, accordatemi il vostro soccorso e il vostro potere, affinché nessuno dei miei nemici, grandi o piccoli che siano, possano farmi sentire gli strali della loro malignità nè della vendetta, nè per strada, nè sull'acqua, nè per il fuoco e che non possano provocarmi una morte subitanea, nè possano essermi contrari, che io dorma o sia sveglio. Ecco la Croce del Signore, fuggite dunque e sparite voi tutti miei nemici, che cercate di perdermi, il leone della tribù di Giuda è vittorioso, razza di Davide, Alleluja.
Salvatore del mondo, salvateci, voi che ci avete riscattati con l'effusione del vostro sangue sull'albero della Croce. Vi supplichiamo molto umilmente, o Dio mio, di soccorrerci.
Agios, Otheios, Agios Ischiros, Agios Athanatos, Eleison Himas, Dio santo, Dio forte, Dio immortale, abbiate pietà di noi. Croce adorabile di Gesù Cristo, salvateci, Croce di Cristo, proteggeteci, Croce di Cristo, difendeteci.
In nome del Padre del Figlio dello Spirito Santo AMEN


-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index Builder Web ©BETH